Coppa Italia: il Fila regge un tempo, poi Venezia vola via e si prende la semifinale

04-03-2021

Serie A1

Coppa Italia: il Fila regge un tempo, poi Venezia vola via e si prende la semifinale

costamasnaga-fila

Umana Venezia – Fila San Martino  102-57
 
REYER VENEZIA:
Bestagno 14 (4/6, 0/1), Carangelo ne, Howard 23 (10/14, 1/3), Pan 8 (3/3, 0/2), Natali 9 (3/3, 1/1), Y. Anderson 8 (2/4, 0/2), Petronyte 21 (9/14), Meldere 2 (0/2), Attura 12 (1/2, 3/5), Penna 5 (1/3 da tre). All. Ticchi.
BASKET SAN MARTINO: J. Anderson 9 (3/3, 1/4), Guarise 2 (1/3, 0/1), Fietta ne, Filippi 12 (0/3, 4/8), Tonello 6 (0/2, 2/4), Pasa 12 (6/7, 0/3), Toffolo 2 (1/4, 0/1), Ciavarella 6 (2/5, 0/3), Nezaj (0/1), Giordano (0/2, 0/1), Sulciute 4 (2/5), Arado 4 (2/3, 0/2). All. Abignente.
ARBITRI: Centonza di Grottammare (AP), Bonotto di Ravenna e Di Marco di Ferrara.
PARZIALI: 26-17, 45-33, 79-44.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo tecnico: Abignente (20′). Tiri da due: Venezia 32/48, San Martino 17/38. Tiri da tre: Venezia 6/17, San Martino 7/27. Tiri liberi: Venezia 20/24, San Martino 2/4. Rimbalzi: Venezia 50 (Howard e Y. Anderson 9), San Martino 20 (Toffolo 4). Assist: Venezia 21 (Y. Anderson 7), San Martino 14 (Pasa 5).
 
Alla Virtus Segafredo Arena di Bologna, nel quarto di finale che ha aperto la Techfind Coppa Italia di A1, il Fila dà battaglia all’Umana Venezia, testa di serie numero uno del tabellone, per metà gara. Poi però nel terzo quarto si scatena la furia della Reyer, che a suon di canestri, rimbalzi e recuperi vola via, e conquista l’accesso alla semifinale. Alle Lupe restano il positivo primo tempo e i buoni segnali delle giovani, a cui coach Abignente (costretto peraltro a fare a meno dell’acciaccata Fietta) ha concesso tanti minuti sul parquet.
 
1° QUARTO. Le giallonere provano a partire con coraggio, rispondendo al canestro iniziale di Howard con Pasa e Sulciute. È già in arrivo però il primo break per le orogranata: ci sono 6 punti di Petronyte nell’11-0 che al 4′ obbliga coach Abignente al primo timeout sul 13-4. È una mossa che sblocca San Martino, capace con Toffolo e due triple di Filippi di mettersi in ritmo, e risalire fino al 17-14 del 7′. Intanto fa il proprio debutto Irene Guarise, 17enne play che in A1 non ha ancora esordito, ma gettata nella mischia per l’assenza di Fietta. La bomba di Tonello fa toccare anche il -2 (19-17), ma il finale di quarto è favorevole alle veneziane, che con un 7-0 si presentano alla prima pausa sul 26-17.
 
2° QUARTO. Nel secondo periodo San Martino conferma di non voler mollare la presa: i canestri di Tonello e Pasa tengono la squadra in linea di galleggiamento (28-22), anche se Venezia risponde sempre con la consueta impressionante continuità. Coach Abignente non ha paura di affidarsi alle giovani (oltre ai 16′ di Guarise ci saranno 14′ per la 2004 Arado), e il Fila è sempre lì: Filippi e Ciavarella trovano per due volte il -5, la seconda sul 36-31 del 17′. Il dominio a rimbalzo di Venezia (sarà un impietoso 50-20 il conto totale) le consente tante seconde opportunità, e con i viaggi in lunetta (18 liberi tentati nel primo tempo contro zero di San Martino) arriva il 9-2 che chiude il primo tempo sul 45-33.
 
3° QUARTO. La Reyer comincia la terza frazione col coltello fra i denti, alzando la pressione difensiva e firmando un 11-0 in appena due minuti. A interrompere il break è Anderson, ma Venezia è in ritmo, non sbaglia più nulla e scappa via: in un minuto le triple dalla stessa mattonella di Penna, Attura e Howard valgono il 65-42 del 25′. La squadra di Ticchi gioca sul velluto, rubando palloni a ripetizione e segnando in transizione: saranno addirittura 34 i punti realizzati nel terzo quarto, che si chiude sul 79-44.
 
4° QUARTO. Coach Abignente concede ulteriore esperienza alle sue giovani, schierando un quintetto nato dopo il 2000 per gran parte dell’ultimo periodo. Al di là di questo, la partita ormai ha poco da dire, Venezia si va a prendere con autorità la vittoria e l’accesso alla semifinale. Per il Fila resta comunque un’esperienza importante e prestigiosa, ma ora il pensiero torna al campionato: mercoledì prossimo a San Martino di Lupari c’è l’importante recupero con Bologna.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *