Finale Nazionale U18: La Essegi chiude al 4° posto, Fassina nel quintetto ideale

20-05-2017

Giovanili

Finale Nazionale U18: La Essegi chiude al 4° posto, Fassina nel quintetto ideale

lupebasket_u18

Essegi San Martino – Rittmeyer Marghera 40-46
 
LUPE SAN MARTINO: Meroi 2 (1/8), Boaretto 6 (3/10, 0/1), Fassina 16 (6/15, 1/5), Brutto 4 (2/6), Marcon ne, Nezaj (0/1), Profaiser (0/1), Peserico 4 (2/9, 0/1), De Grandis, Fietta, Milani 8 (4/8), Vettore (0/2). All. Valentini, vice Statua.
GIANTS MARGHERA: Zavalloni 3 (0/6, 1/4), N’Guessan ne, Toffolo 11 (4/10, 0/3), Margiotta ne, Barbato ne, Salmaso (0/2), Cecili 12 (3/5, 0/3), Gini, Pastrello 7 (3/7, 0/4), Vettori ne, Baldi 12 (3/9, 0/1), Fiorin 1. All. Iurlaro, vice Augusti.
ARBITRI: Mignogna e Bertuccioli.
PARZIALI: 12-13, 20-23, 33-35.
NOTE: Uscite per 5 falli: Boaretto (38′), Brutto (39′). Tiri da due: San Martino 18/60, Marghera 13/39. Tiri da tre: San Martino 1/7, Marghera 1/15. Tiri liberi: San Martino 1/3, Marghera 17/29. Rimbalzi: San Martino 43 (Fassina 11), Marghera 53 (Toffolo 16). Assist: San Martino 7 (Fassina 4), Marghera 8 (Salmaso 3).
 
Si chiude al quarto posto l’avventura della Essegi San Martino alla Finale Nazionale Under 18 di Battipaglia. Nel terzo derby veneto consecutivo dopo quelli con Schio e Venezia, le Lupe non riescono a spuntarla contro la quotata Marghera. Ma alla fine le ragazze di coach Valentini si portano a casa un 4° posto che è comunque un grande risultato, raggiunto peraltro con una squadra ricca di Under 16 e priva dell’importante apporto di Francesca Beraldo, giocatrice con esperienza in A1 e A2 che ha dovuto saltare l’evento di Battipaglia per infortunio.
 
Inizia col piede giusto la formazione targata Essegi, subito sul 6-0 dopo 2′. Poi l’incontro torna sui binari che era più lecito attendersi alla vigilia: equilibrio e punteggio basso. Marghera trova anche il sorpasso con Pastrello, e alla prima pausa è avanti 12-13.

Le squadre si rispondono colpo su colpo nella seconda frazione, nella quale il primo vantaggio superiore al singolo possesso arriva con il 20-16 di Boaretto. Le veneziane però possono approfittare di tanti viaggi in lunetta (29 a 3 i liberi tentati alla fine), un 7-0 negli ultimi 4′ consegna così alle ragazze di Iurlaro il +3 all’intervallo lungo.

Stesso copione anche nel terzo periodo: Brutto e Milani propiziano il sorpasso, e poi con il 2+1 di Fassina le Lupe salgono sul 29-25 (24′). Sono ancora Toffolo e Baldi a rispondere con un controbreak di 10-2, prima del canestro di Boaretto a fil di sirena per il 33-35.

Ancora un sorpasso in avvio di quarto periodo con la tripla di Fassina, che poi stoppa Salmaso e dai sei metri fa 38-35. Marghera però ritrova il pareggio, e a 71″ dalla fine rimette la testa avanti dalla lunetta con Toffolo (38-40). È ancora Fassina (partita da 16 punti, 11 rimbalzi, 4 assist, 5 recuperi e 2 stoppate per lei, inserita poi nel quintetto ideale della manifestazione) a trovare il 40-40, ma Pastello replica per il 40-42. Dall’altra parte una chiamata dubbia assegna la rimessa a Marghera, e dalla lunetta Cecili chiude i conti. Complimenti a entrambe, e grazie alle nostre ragazze per il sogno che ci hanno regalato!

 
Finale 3°/4° posto: Essegi San Martino – Giants Marghera 40-46

Finale 1°/2° posto: Reyer Venezia – PB63 Battipaglia 55-44
 
MVP: Costanza Verona (Battipaglia)
Miglior allenatore: Francesco Dragonetto (Battipaglia)
Miglior quintetto: Costanza Verona (Battipaglia), Martina Fassina (San Martino), Lorela Cubaj (Venezia), Silvia Pastrello (Marghera), Sara Madera (Venezia).