Il Fila batte Vigarano e vola alle Final Four di Coppa Italia!

03-12-2017

Serie A1

Il Fila batte Vigarano e vola alle Final Four di Coppa Italia!

fila-vigarano

Fila San Martino – Meccanica Nova Vigarano 76-57
 
BASKET SAN MARTINO: Oroszova 17 (4/6, 2/5), Mahoney 8 (3/5, 0/3), Filippi 9 (3/4, 1/2), Tonello 7 (0/1, 2/6), Amabiglia, Fassina 7 (2/4, 1/2), Bailey 15 (5/10, 0/2), Keys 6 (3/4, 0/1), Beraldo, Milani, Gianolla 6 (3/3, 0/1), Baldi 1. All. Abignente.
PALLACANESTRO VIGARANO: Ferraro (0/1), Gilli 1 (0/1, 0/1), Reggiani 19 (2/6, 5/5), Cupido 3 (1/5, 0/1), Cigliani (0/3, 0/1), Vanin, Bagnara 10 (3/6, 1/8), Lavezzi, Bove ne, Zempare 11 (3/8, 1/3), Prisco, Samuelson 13 (1/6, 1/5). All. Andreoli.
ARBITRI: Maschietto di Treviso, Marota di San Benedetto del Tronto (AP) e Lanciotti di Porto San Giorgio (FM).
PARZIALI: 16-16, 32-29, 54-37.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: San Martino 22/36, Vigarano 11/37. Tiri da tre: San Martino 6/22, Vigarano 8/24. Tiri liberi: San Martino 12/16, Vigarano 13/15. Rimbalzi: San Martino 38 (Oroszova e Mahoney 7), Vigarano 29 (Zempare 9). Assist: San Martino 20 (Gianolla 5), Vigarano 8 (Reggiani e Gilli 2).
 
Il Fila batte Vigarano e completa l’ennesima grande impresa della sua storia: le Lupe chiudono infatti il girone di andata al secondo posto (quarto per la differenza canestri nella classifica avulsa con Lucca e Venezia) e si qualificano alle Final Four di Coppa Italia. Un traguardo difficile da pronosticare a inizio stagione, ma centrato per la seconda volta in quattro anni (sarebbero state tre volte se lo scorso anno la formula non fosse stata diversa). Un risultato che certifica una volta di più il valore di questa squadra e del suo allenatore Larry Abignente, che ormai hanno abituato – se mai ci si può abituare – i loro tifosi ai miracoli sportivi.
 
1° QUARTO. In avvio gli attacchi sembrano subito ispirati, e dopo 3′ il Fila sale sul 10-5. Vigarano però non ha alcun timore reverenziale, e con un 7-0 va anche al sorpasso sul 10-12. In chiusura di prima frazione un canestro in zingarata di Gianolla, che in entrata firma il 16-14, sembra dare il vantaggio alle padrone di casa, ma nei secondi finali la sesta palla persa delle giallonere vale a Samuelson i liberi del pareggio.
 
2° QUARTO. Due begli assist di Gianolla per Keys consentono il 20-18, ma ora gli attacchi si sono raffreddati. In particolare quello del Fila, che da tre nel primo tempo non la mette proprio mai: 0/9. Meglio va alla Meccanica Nova (4/13 nei primi 20′): è proprio da tre che Samuelson firma il nuovo sorpasso al 17′ (24-26). Nel finale le Lupe vanno a guadagnarsi alcuni viaggi in lunetta con cui piazzano un break di 8-0, prima del gioco da tre punti di Cupido che fissa il risultato del primo tempo sul 32-29.
 
3° QUARTO. Al rientro dagli spogliatoi il Fila prova subito a premere sull’acceleratore con un fulmineo 6-0, a cui seguono due bombe di Oroszova che finalmente sbloccano le Lupe da dietro l’arco. La giocatrice slovacca è on fire, realizza ancora e poi va a stoppare Bagnara, mentre dall’altra parte Filippi mette la tripla del +20 (49-29). Il parziale salirà fino al 19-0 (51-29), un break che in meno di 6′ imprime una svolta decisiva all’incontro.
 
4° QUARTO. Coach Abignente non ammette distrazioni, anche perché Reggiani (12 punti nell’ultimo periodo) è l’ultima ad arrendersi. Tonello però apre la quarta frazione con 7 punti consecutivi, e Bailey in contropiede trova il massimo vantaggio sul +26 (63-37). La partita ha preso la direzione di San Martino, che per diversi minuti occupa anche il terzo posto virtuale, prima della rimonta di Venezia che poi vince di 5 al supplementare con Lucca. Cambia poco, il Fila è meritatamente alle final four di Coppa Italia!
 
GLI ALTRI RISULTATI. Napoli-Torino 69-59, Venezia-Lucca 78-73, Ragusa-Battipaglia 100-49, Broni-Schio 48-82.
La classifica: Schio 16; Lucca, Venezia e San Martino 12; Ragusa e Napoli 10; Vigarano e Broni 6; Torino 4; Battipaglia 2.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *