Il Fila fa un capolavoro: rimonta dal -18 e vittoria nel derby con la capolista Reyer

30-10-2017

Serie A1

Il Fila fa un capolavoro: rimonta dal -18 e vittoria nel derby con la capolista Reyer

fila-reyer_mahoney

Fila San Martino – Umana Reyer Venezia  65-59
 
BASKET SAN MARTINO: Oroszova 9 (4/6, 0/3), Mahoney 22 (4/9, 4/6), Filippi 8 (4/4, 0/3), Tonello (0/1 da tre), Amabiglia ne, Fassina 6 (2/4), Bailey 10 (0/3, 1/4), Keys 6 (1/5), Milani ne, Gianolla 4 (2/3). All. Abignente.
REYER VENEZIA: Micovic 8 (2/3, 1/4), Bestagno 4 (0/3), Carangelo 2 (1/3, 0/5), Kacerik 3 (1/2 da tre), Williams 13 (3/9, 1/5), De Pretto 3 (1/3, 0/3), Sandri, Ruzickova 8 (4/7), Dotto 3 (0/3, 0/2), Madera ne, Togliani ne, Walker 15 (6/8, 0/2). All. Liberalotto.
ARBITRI: Brindisi di Torino, Marziali di Roma e Ferrara di Ferrara.
PARZIALI: 14-14, 23-39, 44-50.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Filippi (19′), Bestagno (40′). Fallo tecnico: Abignente (37′). Tiri da due: San Martino 17/34, Venezia 17/39. Tiri da tre: San Martino 5/17, Venezia 3/23. Tiri liberi: San Martino 16/26, Venezia 16/21. Rimbalzi: San Martino 43 (Mahoney 11), Venezia 32 (Ruzickova e Walker 9). Assist: San Martino 16 (Bailey 5), Venezia 10 (Walker 3).
 
Una rimonta pazzesca, con una Megan Mahoney stellare. Il derby veneto con l’Umana Reyer Venezia, capolista del campionato, regala al Fila San Martino una delle più belle gioie della sua storia. Sì perché, dopo un primo quarto alla pari, le Lupe erano andate sotto di qualcosa come 18 punti. Ma il secondo tempo ha offerto al folto pubblico presente a San Martino di Lupari – tra loro anche il commissario tecnico della Nazionale Marco Crespi – delle emozioni straordinarie, trasformando la partita in un autentico spot per la pallacanestro femminile.
 
1° QUARTO. San Martino prova a partire con il piede giusto: la tripla di Bailey e il terzo tempo di Oroszova in contropiede fanno salire il vantaggio fin sul 10-3, mentre Venezia raggiunge presto il bonus. Le giallonere però non sempre riescono a sfruttare i viaggi in lunetta (16/26 ai liberi), e così con le triple di Micovic e Williams le orogranata si riportano a -1 (12-11). Poco dopo il gioco da tre punti della stessa Williams vale anche il pareggio a quota 14, proprio in prossimità della prima pausa.
 
2° QUARTO. L’Umana riparte subito col piede sull’acceleratore, infilando un 7-0 in meno di due minuti all’interno del quale ci sono anche tre falli della difesa giallonera. È Filippi, ben scovata sotto canestro da Oroszova, a sbloccare le sue, ma dall’altra parte la tripla di Kacerik e un nuovo gioco da tre punti, a firma Walker, portano le ospiti sul +11 (16-27 al 13′). L’attacco giallonero perde troppi palloni, mentre la difesa fatica a contenere le avversarie. Le Lupe non sono neppure fortunate in un paio di circostanze, e all’intervallo accusano 16 lunghezze di ritardo sul 23-39.
 
3° QUARTO. In avvio di ripresa il vantaggio ospite tocca subito il +18. Eppure, nonostante i problemi di falli di Keys, il Fila prova a dare segnali di riscossa con un paio di bombe di Mahoney, capace di sbloccarsi dopo un primo tempo a secco. È proprio lei a caricarsi la squadra sulle spalle (11 punti nel quarto), e punto su punto una San Martino ritrovata rosicchia gran parte dello svantaggio, toccando al 29′ il -5 con Bailey (42-47).
 
4° QUARTO. Keys in entrata fa -4 (46-50) e il pubblico ci crede, anche perché poco dopo da dietro l’arco Mahoney va a segno per il 49-51. E chi, se non lei, può firmare al 35′ il canestro in reverse che vale il pareggio sul 53-53? Poco dopo Filippi trova anche il sorpasso, mentre Mahoney è sempre caldissima e segna da ogni posizione (57-55). L’inerzia pare tutta per il Fila, e invece su una palla recuperata, a gioco fermo, viene fischiato un tecnico a coach Abignente che porta al sorpasso di Walker. A 90″ dalla fine il punteggio è 57-58, ma Oroszova riporta avanti le sue. Williams e Bailey fanno 1/2 dalla lunetta, e si entra negli ultimi 40″ sul 60-59. La palla è ancora per Mahoney, che chiuderà con 22 punti (tutti nel secondo tempo), 11 rimbalzi e 3 assist, nonché con la giocata chiave della partita: la sua tripla allo scadere dei 24″ vale il +4 al Fila, e fa partire la festa del PalaLupe.
 
GLI ALTRI RISULTATI. Vigarano-Ragusa 58-64, Broni-Battipaglia 56-52, Napoli-Schio 59-64, Torino-Lucca 59-75.
La classifica: Venezia, Schio e Lucca 8; San Martino e Ragusa 6; Vigarano, Torino e Broni 4; Napoli 2; Battipaglia 0.
 

 
festa