Il Fila risorge a Lucca dal -14, e vince all’ultimo secondo del supplementare

14-01-2019

Serie A1

Il Fila risorge a Lucca dal -14, e vince all’ultimo secondo del supplementare

fila-lucca_tognalini

Gesam Gas&Luce Lucca – Fila San Martino  68-70 d1ts
 
BASKET LE MURA LUCCA: Vaughn 30 (12/21), Orazzo 3 (0/1, 1/4), Gatti 4 (0/4, 0/3), Reggiani 4 (2/5), Ngo Ndjock (0/1), Graves 15 (5/12), Ravelli 8 (1/3, 2/10), Cibeca ne, Salvestrini ne, Treffers 4 (2/5, 0/1). All. Serventi.
BASKET SAN MARTINO: Webb 18 (6/12, 1/4), Fietta 6 (3/7, 0/1), Tonello (0/2), Beraldo, Keys 4 (2/6, 0/2), Melnika ne, Profaiser ne, Milani, Marshall 16 (5/10, 0/2), Tognalini 15 (5/9, 1/1), Sandri 11 (5/8, 0/2). All. Abignente.
ARBITRI: Radaelli di Rho (MI), Triffiletti di Messina e Castiglione di Palermo.
PARZIALI: 19-10, 36-23, 48-49, 59-59.
NOTE: Uscite per 5 falli: Treffers (40′), Ravelli (45′), Tognalini (45′). Tiri da due: Lucca 22/52, San Martino 26/54. Tiri da tre: Lucca 3/18, San Martino 2/12. Tiri liberi: Lucca 15/20, San Martino 12/15. Rimbalzi: Lucca 40 (Vaughn 13), San Martino 40 (Tognalini 10). Assist: Lucca 14 (Gatti e Reggiani 4), San Martino 10 (Marshall 4).
 
Il Fila espugna il PalaTagliate di Lucca, e coglie un’affermazione esterna che in campionato mancava dalla partita di Battipaglia di fine ottobre, quella del maledetto infortunio di Dotto. Lo fa nella maniera più incredibile, rimettendo in piedi una gara che a inizio secondo tempo vedeva la Gesam Gas&Luce in controllo sul +14, e spuntandola all’ultimo secondo del tempo supplementare, grazie al furto di Fietta per il canestro sulla sirena di Marshall. Una vittoria bellissima e importantissima, sia per la classifica (Lucca riagganciata e virtualmente superata col 2-0 negli scontri diretti) che per il morale delle ragazze di coach Abignente.
 
1° QUARTO. Prova a partire forte Lucca (4-0), mentre il primo canestro ospite arriva con Marshall dopo 3′. Vaughn tiene avanti le padrone di casa nelle fasi iniziali (9-4 al 5′), mentre le Lupe fanno fatica in attacco, collezionando ben 7 palle perse nei primi 10′. Al 7′ Treffers segna il 15-6, obbligando coach Abignente al timeout. È ancora un’ottima Vaughn a tenere avanti le sue, firmando 10 punti nel solo primo quarto che consentono alla Gesam di presentarsi alla prima pausa avanti 19-10.
 
2° QUARTO. Le toscane toccano il +13 sul 23-10, prima che le Lupe provino a scuotersi coi canestri di Tognalini e Sandri in attacco, e con la zona in difesa. Marshall firma allora il -7 sul 23-16, e le giallonere ritrovano un pizzico di fiducia. Al 17′ il 2+1 di Sandri riporta il divario a 4 sole lunghezze (27-23), grazie anche al buon lavoro a rimbalzo d’attacco. Negli ultimi 3′ però Lucca risponde con un 9-0, e così dal possibile -2 si passa al 36-23 dell’intervallo lungo.
 
3° QUARTO. Dopo otto errori, il Fila si sblocca finalmente da fuori con la tripla di Webb. Ma sul rimbalzo e tap-in di Graves del 40-26, forse qualcuno potrebbe iniziare a pensare di preservare la differenza canestri (+14 all’andata). Non le Lupe, le Lupe non mollano: sono ancora le due ex della partita, Sandri e Tognalini, a firmare due volte il -8, e poi è la stessa Tognalini (15 punti e 10 rimbalzi uscendo dalla panchina) a realizzare la tripla che riporta le giallonere a un solo possesso di distanza: 46-43 al 28′. Altri due canestri di Sandri valgono il -1, e in chiusura di quarto Fietta corregge il suo stesso errore trovando il primo, insperato vantaggio giallonero dell’incontro sul 48-49.
 
4° QUARTO. Ancora Fietta realizza il 48-51, mentre Lucca pare in rottura prolungata. Sono due banali palle perse tuttavia a rimettere in ritmo le padrone di casa, che al 35′ ritrovano la parità con la tripla di Ravelli (53-53). Poi torna al lavoro Vaughn, firmando per due volte il +2 toscano. Si entra nell’ultimo minuto sul 59-57: Ravelli fallisce il colpo del k.o, il rimbalzo è di Marshall che subisce fallo e a 32″ dalla fine pareggia dalla lunetta. La gran difesa di squadra regala l’ultimo pallone alle Lupe, che hanno 12″ ma non riescono ad arrivare al tiro: si va tutti all’overtime.
 
SUPPLEMENTARE. Webb e Tognalini rispondono per due volte alla solita Vaughn (che chiuderà a quota 30 con 9 punti consecutivi fra quarto periodo e supplementare), e poi è ancora Fietta, ben trovata da Marshall, a riportare avanti le sue sul 63-65 (42′). Inizia una girandola di liberi, la palla si fa pesante e San Martino fa solo 1/4, dopo l’11/11 dei regolamentari. Dall’altra parte invece per due volte viene concesso il rimbalzo offensivo: il quinto fallo di Tognalini vale a Graves il 2/2 del 68-66, a 35″ dalla fine. Il Fila vede lo spettro di una nuova beffa esterna in volata dopo quelle con Napoli, Broni e Venezia, e invece Webb va subito a pareggiare con un gran movimento. Lucca ha l’ultimo pallone, Gatti si butta dentro ma Fietta le scippa il pallone, e lancia il contropiede di Marshall: la sfera si infila nella retina appena prima della sirena finale, che sancisce la più incredibile ed entusiasmante delle vittorie per il Fila.
 
GLI ALTRI RISULTATI. Torino-Battipaglia 67-86, Napoli-Empoli 87-65, Schio-Vigarano 89-69, Geas-Broni 65-61, Venezia-Ragusa 72-60.
La classifica: Venezia 24; Schio 22; Ragusa 18; Napoli e Broni 16; San Martino e Lucca 14; Vigarano e Geas 10; Battipaglia 6; Torino 4; Empoli 2.
 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *