Il Geas vince una partita bella e combattuta, prova generosa per un Fila in emergenza

18-01-2021

Serie A1

Il Geas vince una partita bella e combattuta, prova generosa per un Fila in emergenza

fila-geas_varaldi

Fila San Martino – Allianz Sesto San Giovanni  71-75
 
BASKET SAN MARTINO:
Anderson 19 (4/7, 2/7), Guarise ne, Fietta 4 (2/3, 0/2), Tonello 11 (3/6 da tre), Pasa 9 (3/7), Toffolo ne, Ciavarella 6 (0/1, 2/9), Nezaj ne, Varaldi 5 (1/4, 1/3), Rosignoli ne, Sulciute 17 (3/6, 1/3), Arado (0/1). All. Abignente.
GEAS BASKET:
Gwathmey 19 (1/7, 5/7), Arturi (0/2, 0/1), Ronchi ne, Verona 13 (3/9, 2/5), Oroszova (0/1), Merisio ne, Graves 30 (13/14), Panzera 10 (2/5, 1/5), Gilli 3 (0/1 da tre), Ercoli (0/1). All. Zanotti.
ARBITRI:
Lupelli di Aprilia (LT), Masi di Firenze e Pallaoro di Trento.
PARZIALI:
17-18, 38-37, 52-61.
NOTE:
Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Arturi (37′). Tiri da due: San Martino 13/29, Geas 19/39. Tiri da tre: San Martino 9/30, Geas 8/19. Tiri liberi: San Martino 18/20, Geas 13/16. Rimbalzi: San Martino 27 (Sulciute 10), Geas 43 (Graves 15). Assist: San Martino 21 (Pasa 7), Geas 14 (Verona 5).
 
Si interrompe dopo quattro vittorie consecutive la serie positiva del Fila: Sesto San Giovanni si aggiudica il confronto del PalaLupe, portandosi a casa una sfida bella e combattuta. Non demeritano però le giallonere, alle prese ancora con gli infortuni di Filippi e Toffolo che hanno decimato il reparto lunghe. Coach Abignente è ricorso alle giovanissime che, come le altre compagne, hanno risposto bene: a 3′ dalla fine le Lupe erano ancora a -2, e anche se alla fine il successo è andato alle lombarde, in casa Fila c’è di che essere soddisfatti per il percorso di crescita compiuto rispetto alla partita di andata.
 
1° QUARTO.
Il Fila parte con la 2003 Varaldi in quintetto, e dopo il canestro di Anderson è proprio lei ad andare a bersaglio, in un avvio che dopo 3′ e mezzo vede San Martino avanti 6-0. Il Geas si sblocca con la tripla dell’ex Gwathmey, a cui risponde proprio da tre la stessa Varaldi, ottima protagonista delle prime fasi. Sesto però è entrata in partita: al 6′ l’appoggio di Verona vale il pareggio, e poco dopo c’è anche il sorpasso di Graves sul 9-11, all’interno di un break ospite di 8-0. L’Allianz è ispirata dalla lunga distanza, e prova ad allungare con Panzera e Verona, ma Sulciute risponde da tre a fil di sirena, per il 17-18 della prima pausa.
 
2° QUARTO.
Gwathmey bombarda ancora da fuori, ma Fietta replica con due canestri d’autore per il 21-21. La partita è vivace ed equilibrata: Tonello risponde a Panzera con la bomba del 26-25, e anche quando coach Abignente concede a Sulciute i primi minuti in panchina, la giovanissima coppia di lunghe Varaldi-Arado (33 anni in coppia) si batte con coraggio. Graves, autrice addirittura di 13 punti nella frazione, è però brava a far fruttare la sua esperienza, e a firmare tutta da sola un 7-0 che lancia il Geas sul 26-32. La reazione non si fa attendere: col bel gioco da tre punti di Pasa e la bomba di Anderson il Fila riacciuffa il pareggio a quota 34, e poi è di nuovo un canestro in chiusura di Sulciute a far chiudere la prima metà di gara sul 38-37 per le Lupe.
 
3° QUARTO.
Al rientro il Fila sale a +6 (43-37) con la tripla di Ciavarella e il canestro di Anderson, la quale chiuderà con 19 punti, 8 rimbalzi e 6 assist. Graves però continua a fare la voce grossa sotto canestro, fra rimbalzi e canestri: è proprio lei ad avviare il controbreak che al 25′ porta al pareggio di Verona (45-45), prima della tripla di Gwathmey che trasforma una quasi palla persa nel sorpasso. Ora l’inerzia è tutta per le ospiti, perché da una parte il Fila pare avere un po’ il fiato corto, e dall’altra le bombe di Verona e Gwathmey valgono il primo vero allungo al Geas, sul 47-56 del 29′. A fine terzo quarto, le ragazze di coach Zanotti possono vantare il 50% sia nel tiro da due che da tre, oltre a un dominio a rimbalzo che al 40′ sarà di 43-27.
 
4° QUARTO.
Eppure, dopo aver toccato anche il -12, San Martino prova ancora a crederci: all’ennesimo 2+1 di Graves replicano Tonello e Ciavarella da fuori, per il 58-64 del 34′. L’americana del Geas è inarrestabile e chiuderà con 30 punti (13/14 al tiro) e 15 rimbalzi, ma la gran palla di Sulciute per il canestro con fallo di Pasa permette di tornare a -5. I liberi della stessa lituana (19+10+6, con 9 falli subiti, all’indomani della tripla doppia con Battipaglia) e di Tonello (per la seconda partita consecutiva in doppia cifra) restituiscono anche il 65-67 a poco più di 3′ dalla fine. A quel punto però il furto e contropiede di Graves, unito alla quinta bomba di serata di Gwathmey, fanno malissimo. Ci vorrebbe il sostegno di un palazzetto pieno per il Fila, che comunque ci prova con generosità fino all’ultimo anche se non basta, finisce 71-75.
 
GLI ALTRI RISULTATI.
Venezia-Campobasso 95-78, Empoli-Schio 62-87, Sassari-Ragusa 54-88, Lucca-Costa Masnaga 77-67, Vigarano-Bologna 61-71, Battipaglia-Broni 63-71.
La classifica: Venezia 32; Schio e Bologna 26; Ragusa 24; Geas 18; Empoli e San Martino 16; Costa Masnaga 14; Campobasso e Broni 10; Sassari 6; Lucca 4; Vigarano 2; Battipaglia 0.
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *