L’Echosline sbanca Padova e vola in semifinale

04-05-2014

Serie C

L’Echosline sbanca Padova e vola in semifinale

seriec

CaDelFa PD – Echosline San Martino 42–48

CADELFA PADOVA: Tofanelli 13, Galimberti, Ferrari, Meneghello 2, Bellini, Zanon 13, Ferrara, Regazzo 2, Babetto 4, Caccavella 8. All. Sinigaglia.
ECHOSLINE SAN MARTINO: Zorzo 2, Fassina 8, Zulian, Scappin 13, Costacurta 10, Martini, Santi, Rossetto 7, Sartore, Morao 4, Lison, Carlesso 4. All. Parolin.
PARZIALI: 5-16, 19-26, 30-33.
NOTE: Tiri liberi: Cadelfa 6/10, Echosline 20/31.
 
Ci sono delle cose positive nel secondo incontro del primo turno dei play off contro il CaDelFa, la presenza di Costacurta portafortuna (nessuna sconfitta con lei tra regular season e play off) e il passaggio del turno con approdo in semifinale.
Fortune bilanciate da sfortune: assenza di Pierobon infortunata di lungo corso, il forfait di Martini e Rinaldi per nuovi infortuni, l’assenza di Okorocha per motivi di lavoro.

Nella panchina Sanmartinara, priva di Parolin per tutto il primo quarto (impegnato con l’Under 14) c’è apprensione per la temuta partenza a razzo del CaDelFa. Preoccupazione che si rileva infondata perché l’Echosline tira fuori l’orgoglio e nell’ordine Rossetto, Costacurta e Scappin rovesciano la tensione verso il CaDelFa, portandosi subito in vantaggio con il risultato di 5-8. Dalla metà del quarto si aggiunge una irresistibile Fassina che scompagina ulteriormente la difesa avversaria, con tiri da tre, da sotto e da media distanza, per un break tutto personale di 8-0. Parziale primo quarto: 5-16.

Non si fa attendere la reazione del CaDelfa, che si adegua agli attacchi dell’Echosline, portati tutti per linee interne, con una zona 3-2 che va a raddoppiare ogni atleta che si presenta in area. Solo Zorzo e Morao segnano dal campo riuscendo nell’impresa dello scasso con destrezza, mentre tutti gli altri punti provengono da tiri dalla lunetta. Il CaDelFa si aggiudica il secondo parziale per 14-10.

Alla ripresa il gioco si ripete tutto come nel secondo quarto, questa volta sono Costacurta di potenza e ancora Morao di agilità a raggiungere il canestro dal campo, mentre nell’area opposta Zanon trascina le compagne verso una rimonta che sembra incombente, e alla fine del terzo quarto solo 3 punti dividono le due squadre (30-33) con il trend a favore del CaDelFa.

L’ultimo quarto vede ancora il CaDelFa, con Toffanelli e Zanon, che assedia l’area dell’Echosline e malgrado la tripla di Scappin riesce ad impattare il risultato, a due minuti dalla fine, sul 40 pari. E’ proprio l’indomita Scappin, che contro l’arcigna difesa del CadelFa rispolvera penetrazioni brucianti, a fruttare 4 punti e a condannare Zanon al quinto fallo. Al 42-44 si aggiungono i punti di Costacurta e Rossetto, che dilatano il vantaggio fino al 42-48 finale. Grande partita di Rossetto e Fassina anche nella propria area, e questo si riflette nella valutazione.

Scorer: Scappin 13, Costacurta 10.
Valutazione: Fassina 9, Rossetto 7.

Prossimo incontro contro Virtus Venezia all’Arsenale martedì 06 maggio alle ore 21.
Forza Lupe!