L’imbattuta U16 Gold Mazzonetto cala il settebello

06-12-2017

Giovanili

L’imbattuta U16 Gold Mazzonetto cala il settebello

under16gold_home

Mazzonetto San Martino – Volcar Vicenza 122-55

LUPE SAN MARTINO: Cagnin 3, Antonello 6, Monti Cavaler 10, Guarise 20, De Rossi 2, Frigo 16, Giacomazzi 12, Biliato 10, Peserico 30, Ferrari 2, Ferraro 7, Coccato 4. All. Valentini.
PARZIALI: 39-12, 66-18, 94-35.
 
Ancora due successi per l’Under 16 Gold Mazzonetto, che arriva a sette vittorie consecutive e prosegue la propria marcia in testa alla classifica.
La gara contro Vicenza non ha destato preoccupazioni. Già dal primo quarto le Lupe sono riuscite a creare un margine che ha poi permesso di gestire la partita senza difficoltà.
Coach Valentini chiede sempre la massima concentrazione in attacco e soprattutto la massima aggressività in difesa, e anche se i punti di distacco sono molti non ammette cali di tensione. Le ragazze devono essere sempre determinate… in vista di altre gare dove servirà mantenere il sangue freddo fino alla fine.

 
Basket Femm. Conegliano – Mazzonetto San Martino 43-52

LUPE SAN MARTINO: Cagnin 4, Antonello, Monti Cavaler 2, Guarise 14, Frigo 22, Giacomazzi 2, De Rossi, Ferraro 4, Ferrari 2, Coccato 2, Biliato. All. Valentini.
PARZIALI: 9-16, 20-24, 26-34.
 
Per quanto riguarda la partita di Conegliano invece dobbiamo sottolineare che il gruppo non ha certamente dato il meglio. L’assenza di tre senior per infortunio non è certamente scusante per la poca concentrazione vista in campo.
Potremmo dire che è stata una gara forse sottovalutata! Nel primo e secondo quarto le lupe non sono riuscite a mettere la giusta determinazione e dai parziali si nota che si è faticato non poco per staccare le avversarie, che in qualche momento sono riuscite anche a pareggiare. Conegliano è comunque un gruppo tosto con un allenatore altrettanto tosto e che conosciamo bene: Michele Tomei.
Le nostre avversarie si sono impegnate veramente per tenere testa alla capolista giallonera e a momenti ci sono anche ben riuscite. Si può quindi immaginare che coach Valentini abbia dovuto riprendere con forza le ragazze per riportarle in gara soprattutto con la testa.

La forza del gioco di squadra sta anche nel fatto che fra le 12 componenti è quasi impossibile che proprio tutte abbiano contemporaneamente la giornata storta… ed è lì, nel momento del bisogno, che a turno i singoli riescono a tirar fuori dal cilindro una prestazione degna di nota.
È questo il gruppo… ognuno ha la possibilità di dare il suo contributo ma sempre l’unione fa la forza!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *