L’Opening Day è stregato per il Fila: le Lupe sfiorano l’impresa ma si devono arrendere in overtime

06-10-2018

Serie A1

L’Opening Day è stregato per il Fila: le Lupe sfiorano l’impresa ma si devono arrendere in overtime

napoli-fila_webb

Saces Napoli – Fila San Martino 72-70 d1ts
 
DIKE NAPOLI: Macchi 13 (2/6, 1/2), Pastore (0/2 da tre), Diene ne, Tagliamento (0/1 da tre), C. Williams 18 (4/15, 2/5), Gonzalez 6 (1/2, 1/3), G. Williams 17 (5/13, 1/1), Mancinelli, Harrison 14 (5/14, 0/1), Ress 4 (2/4, 0/1), Giuseppone ne. All. Molino.
BASKET SAN MARTINO: Dotto 10 (5/10, 0/1), Webb 23 (4/7, 5/14), Fietta 2 (1/1), Tonello 5 (1/2, 1/4), Meroi ne, Keys 8 (3/5, 0/3), Profaiser ne, Milani ne, Marshall 13 (5/10, 0/3), Tognalini 7 (1/4, 1/3), Sandri 2 (1/5). All. Abignente.
ARBITRI: Pecorella di Trani (BT), Servillo di Perugia e Mignogna di Milano.
PARZIALI: 25-18, 36-38, 48-56, 65-65.
NOTE: Uscite per 5 falli: Marshall (35′), Dotto (40′). Tiri da due: Napoli 21/44, San Martino 19/54. Tiri da tre: Napoli 5/16, San Martino 7/28. Tiri liberi: Napoli 19/20, San Martino 7/9. Rimbalzi: Napoli 44 (G. Williams 11), San Martino 47 (Tognalini 11). Assist: Napoli 21 (Macchi 6), San Martino 20 (Marshall 7).
 
L’Opening Day si conferma ancora una volta stregato per il Fila, che è riuscito a vincere una sola volta nelle sei edizioni a cui ha partecipato. Le Lupe escono sconfitte all’ultimo secondo dell’overtime dal match con la Dike Napoli, una delle favorite nella corsa allo Scudetto. E alla fine tornano a casa con tanti rimpianti, perché non sono riuscite a capitalizzare un vantaggio cospicuo (+10 a inizio ultimo quarto), ma anche perché si sono ritrovate ad affrontare il finale di gara senza due pedine fondamentali come Dotto e Marshall, out per falli. Alla fine comunque solo applausi dai tifosi gialloneri e dal pubblico del PalaRuffini, nei confronti di una squadra capace di lottare ed emozionare.
 
1° QUARTO. Prova subito a partire forte il Fila, preciso al tiro (4/4 per iniziare) e sopra 4-8 dopo 2′, con 4 punti consecutivi di Dotto. Anche l’impatto di Webb nel campionato italiano è ottimo: l’americana firma 7 punti in un amen, e guida il 6-13 (4′) che obbliga coach Molino al timeout. I due falli a Marshall e Keys però sono già un problema, mentre dall’altra parte due bombe in fila di Courtney Williams mettono in ritmo l’attacco partenopeo. È proprio lei a firmare il sorpasso all’8′ (16-15), all’interno di un parziale di 12-2. Dall’altra parte ancora Webb da fuori scuote le giallonere, ma le americane della Dike sono in striscia e propiziano il 25-18 della prima pausa.
 
2° QUARTO. Gabby Williams risponde a Dotto, dall’altra parte però Keys stoppa la stessa Williams e trova bene Marshall per il 28-23. Le Lupe provano ad aumentare l’intensità difensiva (nonostante i tre falli a Keys e Dotto), mentre Tognalini, Tonello e Fietta (a segno alla sua prima azione in A1) firmano per tre volte il -3. Il furto con canestro di Marshall vale il -1, e poi un bel rimbalzo di Tognalini permette alla stessa Marshall di trovare anche il sorpasso sul 32-33 (18′). Sono proprio loro due a firmare i canestri con cui San Martino si presenta avanti di due all’intervallo, 36-38.
 
3° QUARTO. Al rientro in campo, Webb riprende subito a bombardare da fuori, e poi i primi canestri di Keys valgono il 40-48 (24′). Il Fila è attento e grintoso: la stoppata di Tonello su Courtney Williams è la fotografia di un terzo quarto in cui le Lupe non mollano di un centimetro, issandosi fino al +9 (44-53). Nel finale Gonzalez riavvicina le sue, ma la tripla di Webb sulla sirena fissa il 48-56.
 
4° QUARTO. La stessa Webb, già a quota 21, porta il vantaggio in doppia cifra sul 48-58. Ma è ancora lunghissima, la tripla di Macchi infatti restituisce fiducia alla Dike che nello spazio di 3′ ricuce tutto lo svantaggio (57-58 al 34′). San Martino fa fatica contro la zona avversaria, intanto arrivano in sequenza quarto e quinto fallo per Marshall, che deve salutare anzitempo la sua prima partita nel campionato italiano con 13 punti, 8 rimbalzi e 7 assist. È dalla lunetta che arriva il sorpasso di Gabby Williams, ma il Fila c’è ancora e risponde con Dotto e Webb (61-62 a 3′ dalla fine). Il bonus raggiunto presto (8 falli a 1 fischiati nei primi 9′ del quarto) manda più volte Napoli in lunetta, ed è Macchi a realizzare il 63-62. L’ultimo minuto è ricco di emozioni. A 42″ dalla fine Keys trova un canestro con fallo, con la palla che si arrampica sul ferro ed entra. Dall’altra parte però arriva il 5° di Dotto, e ancora Macchi (11 punti negli ultimi 15′) porta tutti in parità. Al Fila rimangono 23″, Webb arriva alla conclusione proprio sulla sirena ma la palla la beffa, e si va all’overtime.
 
SUPPLEMENTARE. Macchi risponde a Tognalini con 4 punti che valgono il 69-67. Harrison poi firma ai liberi (15/16 per Napoli tra quarto periodo e overtime) il +4 sul 71-67. Il Fila non vuole arrendersi, e a 8″ dalla fine Tonello trova la tripla del nuovo -1. Gonzalez fa 1/2 ai liberi e Keys prova a correre dall’altra parte, ma la preghiera di Sandri non viene accolta, e la deviazione vincente di Tognalini arriva fuori tempo massimo… I primi due punti della stagione se li porta a casa Napoli.

 
jasi_mvp
Dopo la partita, al Galà “Donne & Basket” al CNH Industrial di Torino, Jasmine Keys è stata premiata come miglior giocatrice giovane del campionato di A1 2017/18
 
Foto di copertina: Adrienne Webb, top scorer del Fila con 23 punti (foto: LBF/Castoria)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *