#LupeStory: ancora un derby, domenica su Facebook una sfida che cambiò il destino

30-07-2020

Società

#LupeStory: ancora un derby, domenica su Facebook una sfida che cambiò il destino

Fila-Venezia_Marshall

Anche nel prossimo weekend sulla pagina Facebook Lupebasket torna l’appuntamento con #LupeStory, la rubrica con cui è possibile rivedere alcune delle più belle partite della storia giallonera come se fossero in diretta (qui l’archivio di Youtube con le sfide trasmesse finora).
Nel decimo appuntamento, in onda domenica 2 agosto alle 17.00, rivivremo un altro derby del campionato di A1 2018/19, quello con la Reyer Venezia dell’ultima giornata di stagione regolare. Ancora una sfida dal finale emozionante, e decisiva per il destino delle Lupe in quella memorabile stagione.
 
Il contesto del 2019:
Quando a fine stagione regolare si centra un traguardo sul filo di lana, significa che tutte le partite sono state importanti, che tutti i punti conquistati hanno contribuito al raggiungimento dell’obiettivo. Alcune però sono più significative delle altre, specie se si tratta di un derby, se è l’ultima giornata, e se a deciderne l’esito è un canestro a fil di sirena.
Non doveva neppure essere l’ultima giornata, bensì la terz’ultima. Ma lo spostamento della Coppa Italia (giocata a San Martino di Lupari, e con un quarto di finale che aveva visto il Fila eliminato proprio dalla Reyer) aveva portato a posticipare il 20° turno al 24 marzo 2019, in coda alla regular season. Venezia affrontava l’impegno da capolista, con 17 vittorie in 19 incontri, e aveva bisogno di vincere per confermare il primo posto. Dall’altra parte alle Lupe serviva il successo per conservare il vantaggio minimo su Broni, contro cui sapeva già di dover disputare i quarti playoff: dal risultato del derby dipendeva il quarto o quinto posto, ovvero il fattore campo nella serie.
Chi c’era, si ricorderà sicuramente la partita: tirata, combattutissima, con le ospiti a lungo avanti ma le Lupe sempre lì, a tenere botta per tentare la zampata. Agli altri non anticipiamo di più, perché saranno 40′ che vale davvero la pena di rivivere. Vi aspettiamo domenica alle 17 su Facebook!
 
Le formazioni che scenderanno in campo:
FILA SAN MARTINO: 0 Caterina Dotto, 3 Adrienne Webb, 4 Elena Fietta, 6 Monica Tonello, 7 Francesca Beraldo, 11 Jasmine Keys, 12 Zenta Melnika, 14 Alice Milani, 15 Tyaunna Marshall, 16 Chiara Pastore, 20 Federica Tognalini, 28 Martina Sandri. All. Gianluca Abignente.
UMANA VENEZIA: 3 Jolene Anderson, 4 Martina Bestagno, 5 Debora Carangelo, 6 Gaia Gorini, 7 Martina Kacerik, 9 Sara Crudo, 10 Valeria De Pretto, 12 Anete Steinberga, 18 Sara Madera, 30 LaToya Sanders, 49 Laura Macchi. All. Andrea Liberalotto.
ARBITRI: Moretti, Certonza e Bandinelli.
 
La presentazione uscita all’epoca sulle pagine del Gazzettino (qui quella di Lupebasket.it):
Si chiude oggi la stagione regolare di serie A1 femminile, e molti verdetti saranno emessi dalle partite in programma alle 18. Aspetta di conoscere il proprio futuro anche il Fila San Martino, che oggi al palasport di via Leonardo da Vinci ospita il derby con l’Umana Reyer Venezia, e va a caccia di un successo che farebbe la differenza tra quarto e quinto posto.
Sicuramente non è l’avversaria più semplice, per una partita così importante. Capolista fin dalla prima giornata, la Reyer in questo campionato ha perso appena due volte, ed è una delle maggiori favorite per il titolo. Profondo e ricco di talento il roster a disposizione del coach Andrea Liberalotto, con tante nazionali azzurre e delle straniere di ottimo livello, a partire dalla stella lettone Anete Steinberga fino all’ultima arrivata, la pivot LaToya Sanders che gioca da protagonista anche in Wnba.
Ci si attende una sfida combattuta, non solo per la sana rivalità tra due società che negli ultimi anni si sono affrontate in innumerevoli derby – l’ultimo in Coppa Italia proprio a San Martino tre settimane fa, vinto 55-49 dalla Reyer – ma anche perché la posta in palio è importante per entrambe. A Venezia serve un successo per difendersi da Schio (impegnata a Empoli), ed evitare di cedere la testa della classifica proprio sulla linea del traguardo. Ma anche il Fila ha bisogno dello stesso risultato, per confermare il quarto posto riconquistato appena una settimana fa e tenere dietro Broni, la prossima avversaria nella post season. Le due squadre sono appaiate in classifica, ma le Lupe hanno il vantaggio della differenza canestri: ciò significa che potrebbero anche perdere, se Broni facesse lo stesso. Dal match che le lombarde giocano in casa con Vigarano non ci si attendono però sorprese, ecco perché sarà probabilmente il derby a stabilire se le giallonere potranno godere dell’eventuale bella in casa nella serie dei quarti play off.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *