#LupeStory: domenica alle 17 su Facebook la prima storica vittoria casalinga in A1 del Fila

19-06-2020

Società

#LupeStory: domenica alle 17 su Facebook la prima storica vittoria casalinga in A1 del Fila

fila2013-14

Anche nel prossimo weekend sulla pagina Facebook Lupebasket torna l’appuntamento con #LupeStory, la rubrica con cui è possibile rivedere alcune delle più belle partite della storia giallonera come se fossero in diretta (qui l’archivio di Youtube con le sfide trasmesse finora).
Nel quarto appuntamento, in onda domenica 21 giugno alle 17.00, rivivremo la partita del 24 novembre 2013 tra Fila San Martino e Cus Chieti, valida per la 7^ giornata del campionato di A1 2013/14. Una gara a suo modo storica per i colori gialloneri, dato che rappresenta la prima vittoria casalinga nella massima serie per il club di San Martino di Lupari.
 
Il contesto del 2013:
Reduce dall’esaltante promozione di pochi mesi prima, il Fila si approccia per la prima volta al campionato di A1 e deve fare i conti con lo scotto del noviziato, oltre che con l’infortunio di Jagodic, grande protagonista della stagione precedente e costretta all’addio a metà campionato per un problema alla spalla che purtroppo non le permetterà più di tornare a quei livelli.
Dopo sei giornate il record è 1-5, ma con un percorso di crescita che ha visto la squadra di Abignente rompere il ghiaccio nella partita di Priolo di poche settimane prima. Di fronte al PalaLupe c’è il CUS Chieti, squadra che nel corso dell’anno affronterà delle difficoltà e non riuscirà a portare a termine la stagione.
Il Fila affronta l’impegno al massimo e si imporrà in maniera netta, con un record di punti (100) tutt’ora imbattuto in serie A1 a San Martino. Sarà tra l’altro una partita da ricordare anche per Claudia Amabiglia, oggi capitano del Fanola in A2 e all’epoca appena 15enne, e Gloria Pettenon, ritiratasi lo scorso anno dopo una ventennale carriera coi colori gialloneri. Per entrambe infatti ci sarà modo di debuttare in A1 e realizzare anche i primi punti nella categoria.
 
Le formazioni che scenderanno in campo:
FILA SAN MARTINO: 5 Emily Correal, 6 Giulia Pegoraro, 7 Marta Granzotto, 8 Alessia Cattapan, 9 Valentina Stoppa, 10 Eleonora Zanetti, 14 Gloria Pettenon, 15 Rita Rasheed, 18 Mary Sbrissa, 20 Claudia Amabiglia. All. Gianluca Abignente, vice Pierluigi Cardin.
CUS CHIETI: 4 Marta Del Rosario, 5 Giulia Sorrentino, 6 Federica Petrillo, 8 Giulia Pasqualin, 11 Macarena Rosset, 12 Elisa Silva, 13 Debora Gonzalez, 14 Giulia Gombac, 15 Natasha David, 16 Silvia De Massis. All. Luigi Di Nallo.
ARBITRI: Chersicla, Yang Yao e Perciavalle.
 
La presentazione uscita all’epoca sul Gazzettino:
Oggi alle 18 il palazzetto di via Leonardo da Vinci a San Martino di Lupari ospita l’incontro tra Fila e Cus Chieti, valido per il 7. turno di campionato, e per le giallonere è arrivato il momento di raccogliere i frutti di quanto seminato in questo mese e mezzo di apprendistato in A1. Finora è arrivata una sola vittoria a fronte di cinque sconfitte, nelle quali però Stoppa e compagne hanno affrontato sempre squadre della parte alta della classifica. E a parte la batosta dell’esordio con Ragusa e il -23 con la corazzata Lucca, nelle sfide perse con La Spezia, Parma e Venezia le Lupe se la sono giocata alla pari, tanto che in tutte e tre le gare c’è stato un frangente nel secondo tempo in cui si trovavano in vantaggio.
Ora finalmente arrivano degli scontri diretti – tre nelle prossime quattro partite – con cui provare a irrobustire la classifica. Si parte dal fanalino di coda Chieti, unica squadra ancora a secco di vittorie. In effetti fin qui la formazione abruzzese ha rimediato quasi sempre passivi pesanti, e anche domenica scorsa ha perso la sfida salvezza con Priolo, che a inizio novembre San Martino aveva battuto con un netto +41 (in settimana le siciliane sono comunque tornate al penultimo posto solitario, per la penalizzazione di un punto inflitta a causa di un tesseramento irregolare).
Sulla carta, dunque, sembra essere la giornata buona per conquistare finalmente la prima vittoria casalinga nella massima serie, anche se il coach Abignente non vuole distrazioni. È vero che il roster di Chieti è composto in gran parte da under 18, ma non mancano le individualità degne di nota, e inoltre dieci giorni fa la squadra si è rinforzata con l’ala italo-argentina Macarena Rosset (17 punti per lei al debutto), perciò nessuno vuole prendere l’impegno sottogamba.
Anche oggi a roster ci sarà Gloria Pettenon in sostituzione di Lea Jagodic, sempre ferma per l’infortunio alla spalla rimediato in estate con la nazionale slovena, che l’aveva già costretta a saltare tutto il precampionato. Ma non ci sono assenze che tengano, l’obiettivo è uno solo: permettere ai tifosi gialloneri di festeggiare la prima vittoria interna.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *