Serata amarissima per il Fila nell’anticipo con Broni

20-12-2019

Serie A1

Serata amarissima per il Fila nell’anticipo con Broni

fila-broni

Fila San Martino – Della Fiore Broni 53-59
 
BASKET SAN MARTINO:
Fietta 7 (2/5), Filippi 12 (3/5, 2/7), Tonello (0/1, 0/1), Toffolo (0/1 da tre), Ciavarella (0/1), Giordano ne, Rosignoli ne, Bjorklund 16 (1/6, 4/8), Pasa ne, Sulciute 10 (1/1, 1/4), Sandri 2 (1/3, 0/1), Ostarello 6 (0/3, 2/6). All. Abignente.
PALLACANESTRO BRONI: Miccoli (0/1), Orazzo 13 (1/1, 3/6), Togliani 2 (1/6, 0/4), Moroni 2 (0/1, 0/1), Ngo Ndjock 3 (1/3), Parmesani 2 (1/2, 0/1), Tikvic 17 (7/11), Lavezzi ne, Nared 10 (4/9, 0/5), Premasunac 10 (5/7, 0/1). All. Fontana.
ARBITRI: Bartoli di Trieste, Bettini di Faenza (RA) e Mignogna di Milano.
PARZIALI: 14-15, 25-28, 33-40.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: San Martino 8/25, Broni 20/41. Tiri da tre: San Martino 9/28, Broni 3/18. Tiri liberi: San Martino 10/13, Broni 10/13. Rimbalzi: San Martino 32 (Sulciute 7), Broni 43 (Tikvic 13). Assist: San Martino 12 (Sulciute 3), Broni 11 (Togliani 4).
 
Arriva il secondo stop casalingo nello spazio di cinque giorni per il Fila, che dopo Ragusa cede le armi anche con Broni. Serata decisamente negativa per le Lupe, irriconoscibili per lunghi tratti: basti pensare che dopo 35′ i punti a tabellone erano appena 37. E non è bastato l’ultimo disperato tentativo di rimonta nel finale, la vittoria è andata con merito alla Della Fiore, brava a imporsi nonostante l’assenza di Spreafico per infortunio.
 
1° QUARTO. In avvio Broni parte bene andando dalle sue lunghe: Tikvic e Premasunac ispirano il 2-6 dopo 3′, mentre dall’altra parte San Martino inizia con tre perse sui primi quattro possessi. Sono 5 punti consecutivi di Filippi a scuotere le giallonere, che tuttavia continuano a inseguire fino al 9′, con le ospiti brave a trovare il +5 (8-13) col piazzato della stessa Premasunac. Qui però due triple di Bjorklund e della stessa Filippi fanno trovare finalmente alle Lupe il primo vantaggio (14-13), prima del canestro ancora della lunga croata che chiude la frazione sul 14-15.
 
2° QUARTO. La partita non decolla neanche nella seconda frazione, che nei primi 4′ vede entrambe le formazioni andare a segno solo dalla lunetta. Ci vogliono quasi 5′ alle padrone di casa per sbloccarsi dal campo, ma quando ci riescono i 5 punti consecutivi di Sulciute – che pure affrontava l’impegno non al meglio fisicamente – valgono il nuovo sorpasso sul 21-20. Broni risponde però presente, e con due bombe di Orazzo vola sul 23-28, prima dei liberi della stessa Sulciute (autrice di 9 degli 11 punti gialloneri della frazione) che fissano il punteggio sul 25-28 a metà gara.
 
3° QUARTO. Al rientro dall’intervallo, San Martino prova per la prima volta a portare l’inerzia dalla propria parte: sono 8 punti di Bjorklund a valere il sorpasso e il +3 sul 33-30. Il guaio è che saranno gli unici punti segnati dalle Lupe in tutta la terza frazione. Dal 25′ scende infatti di nuovo la notte sull’attacco delle padrone di casa, che a fine partita avranno un misero 8/25 da due. Nella seconda parte del quarto la formazione neroverde piazza così un 10-0, coi primi canestri di Nared e Ngo Ndjock, e il 33-40 del 30′ fa malissimo alle padrone di casa.
 
4° QUARTO. San Martino sembra comunque volerci provare, e nei primi 45″ del quarto periodo trova un 4-0 con Filippi e Sandri, per il nuovo -3. Ma non è proprio serata: il canestro di Nared allo scadere dei 24″ ridà tutta l’inerzia alle ospiti, che rispondono infilando un altro parziale da 10-0, per il 37-51 che al 35′ sembra mandare già i titoli di coda. E invece per un attimo si rivedono sprazzi del Fila: Fietta apre un controparziale che può contare anche su un’azione da 6 punti di Ostarello (tripla in contemporanea a un fallo, e bis sul possesso conseguente), con il quale San Martino ritrova il -4 e l’entusiasmo del pubblico. A 2′ dalla fine Filippi fa anche -3 (50-53), ma manca il guizzo per perfezionare la rimonta: Nared dall’altra parte segna col fallo, e poi sono i liberi a far allungare le mani delle neroverdi sulla vittoria.
 
Per il Fila un passo indietro su cui riflettere, sapendo che già domenica si torna in campo a Torino, nell’ultima gara del 2019 che sarà anche la prima di quattro trasferte consecutive, per le ragazze di coach Abignente.
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *