Serie A2: A Milano il Fanola cede solo nel finale al Sanga

17-11-2018

Serie A2

Serie A2: A Milano il Fanola cede solo nel finale al Sanga

fanola

Il Ponte Casa d’Aste Milano – Fanola San Martino  59-50
 
SANGA MILANO: Toffali 17, Calciano, Guarnieri ne, Zagni 9, Capucci 2, Visigalli, Giulietti 3, Quaroni 13, Trianti 3, Gombac 12, Stilo. All. Pinotti.
LUPE SAN MARTINO: Guarise 3, Beraldo 2, Amabiglia 2, Nezaj, Boaretto 4, Crocetta ne, Milani 16, Profaiser 5, Bergamin 3, Rosignoli ne, Baldi 6, Pasa 9. All. Valentini.
ARBITRI: Castellaneta di Bolzano e Barra di Torino.
PARZIALI: 16-14, 29-31, 42-38.
NOTE: Uscita per 5 falli: Beraldo (32′). Tiri da due: Milano 12/41, San Martino 16/48. Tiri da tre: Milano 5/18, San Martino 1/14. Tiri liberi: Milano 20/24, San Martino 15/28.
 
Il Fanola prova il colpaccio a Milano, ma nel secondo tempo cede le armi al Sanga. Nella prima senza Chiara Meroi, a cui purtroppo in settimana è stata diagnosticata la rottura del legamento del ginocchio, le giallonere se la giocano alla pari su un campo difficile, ma al termine di 40′ combattuti non riescono a portarsi a casa la posta in palio.
 
Fin dalle prime battute l’incontro è equilibrato, anche se all’inizio sono le padrone di casa a fare corsa di testa: la tripla di Gombac al 7′ vale già il primo tentativo di allungo, sul 14-7. Il Fanola però non ci sta, e grazie a due giochi da tre punti firmati da Pasa, si riavvicina fino al 16-14 che chiude la prima frazione.
 
Nel secondo periodo è Baldi – partita regolarmente in quintetto dopo la paura per il colpo alla testa subìto nell’ultima gara con Crema – a impattare per le giallonere. E quando con Giulietti e Toffali il Sanga prova di nuovo ad allungare (21-16), la risposta è veemente: ancora un 2+1, firmato stavolta da Bergamin, consente alle Lupe il sorpasso all’interno di un break di 11-0, chiuso dalla tripla di Milani (21-27 al 16′). Rimarrà però l’unico canestro pesante (su 14 tentativi) per le ospiti, che comunque chiudono il primo tempo avanti, grazie al canestro di Amabiglia a fil di sirena.
 
La partita è tirata e combattuta anche nel terzo periodo, nel quale il punteggio si muove soprattutto grazie ai ripetuti viaggi in lunetta. Le padrone di casa approfittano di una percentuale decisamente migliore (83% contro il 54% delle giallonere, che sbaglieranno ben 13 liberi): Zagni firma così il controsorpasso al 25′ (35-34), e il Sanga si presenta avanti di 4 lunghezze all’ultima pausa, sul 42-38.
 
Il copione non cambia nella quarta frazione, si continua a segnare con il contagocce. Le Lupe toccano più volte il -3 con Pasa e Milani, ma fra il 36′ e 37′ sono due bombe di Trianti e Toffali a dare il break decisivo al Sanga: 54-45. Il Fanola è tenuto a soli cinque canestri dal campo in tutto il secondo tempo, e deve alzare bandiera bianca.
Sabato prossimo le giallonere avranno però già l’occasione di rifarsi, al PalaLupe arriverà il Basket Club Bolzano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *