Serie A2: Albino passa a San Martino, la resistenza del Fanola non basta

14-04-2019

Serie A2

Serie A2: Albino passa a San Martino, la resistenza del Fanola non basta

fanola

Fanola San Martino – Fassi Albino  47-66
 
LUPE SAN MARTINO:
Vettore, Beraldo 6, Peserico, Amabiglia 13, Boaretto 2, Crocetta 3, Milani 4, Profaiser 2, Rosignoli 2, Baldi 12, Pasa 3. All. Valentini.
EDELWEISS ALBINO: Iannucci 28, Agazzi, Silva 4, Panseri 2, Bonvecchio 5, Birolini ne, Gionchilie ne, Valente 8, Brcaninovic 19, Pintossi, Peracchi. All. Stibiel.
ARBITRI: Biondi di Trento e Zuccolo di Pordenone.
PARZIALI: 18-17, 25-33, 39-55.
NOTE: Uscite per 5 falli: Milani (36′), Valente (39′). Tiri da due: San Martino 16/44, Albino 23/43. Tiri da tre: San Martino 4/18, Albino 2/9. Tiri liberi: San Martino 3/3, Albino 14/16.
 
La Fassi Albino si aggiudica lo scontro diretto di San Martino di Lupari, imponendosi sul campo del Fanola con un ottimo secondo tempo.
Eppure è buono l’avvio delle padrone di casa, che con Baldi (8 punti nella prima frazione) si portano sul 6-2 dopo 2′. Iannucci mette però ben presto in partita anche le ospiti, il cui sorpasso arriva al 6′ sull’8-9. Le giallonere pagano qualche disattenzione a rimbalzo, ma si procede punto a punto fino alla prima pausa, alla quale si arriva sul 18-17 grazie a due bombe in fila di capitan Amabiglia.
 
L’avvio di secondo periodo è però decisamente favorevole ad Albino, abile a piazzare un 8-0 in 4′. Pasa prova a sbloccare le sue con un 2+1, ma è un secondo quarto in cui le giallonere segnano molto poco, appena 7 punti. Ciononostante al 19′ sono ancora lì sul 25-29, anche se prima dell’intervallo Brcaninovic raddoppia lo scarto con un personale 4-0: si va al riposo lungo sul 25-33.
 
Di nuovo è una partenza sprint, griffata dalle solite Iannucci e Brcaninovic, a regalare anche il +15 in apertura di terzo quarto alle lombarde (25-40). San Martino prova a resistere, tornando alcune volte a -10, ma il divario rimarrà in doppia cifra per tutto il secondo tempo. I tentativi di rientro non vanno dunque a buon fine, e le giallonere devono alzare bandiera bianca.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *