Serie A2: Fanola alla pari per tre quarti con la capolista Costa, non basta ma i play out sono assicurati

24-04-2019

Serie A2

Serie A2: Fanola alla pari per tre quarti con la capolista Costa, non basta ma i play out sono assicurati

fanola-costa

Fanola San Martino – B&P Autoricambi Costa Masnaga  50-62
 
LUPE SAN MARTINO:
Vettore, Fietta ne, Peserico 4, Amabiglia 11, Boaretto 2, Crocetta, Benato ne, Milani 10, Profaiser 2, Rosignoli 5. Baldi 7, Pasa 9. All. Valentini.
BASKET COSTA MASNAGA: Discacciati 3, Colognesi ne, Longoni 3, Frustaci, Rulli 14, Balossi 2, Baldelli 12, Spinelli ne, Picotti 4, Tibè 8, Vente 16. All. Pirola.
ARBITRI: Attard di Firenze e Sidoli di Vezzano Sul Crostolo (RE).
PARZIALI: 10-11, 23-25, 41-41.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: San Martino 11/38, Costa Masnaga 15/38. Tiri da tre: San Martino 8/25, Costa Masnaga 6/20. Tiri liberi: San Martino 4/6, Costa Masnaga 14/21.
 
Tre quarti di battaglia in perfetto equilibrio non bastano al Fanola, che nel match infrasettimanale con la capolista Costa Masnaga paga un break di 14-0 in avvio di ultima frazione. Alle giallonere rimane comunque la buona prestazione, e anche il conforto della qualificazione matematica ai play out con un turno di anticipo (sabato alle 20.30 ci sarà la chiusura a Ponzano), grazie alla contemporanea sconfitta di Bolzano.
 
Le padrone di casa partono subito col piede sull’acceleratore, grazie alle triple di Milani e Amabiglia sui primi due possessi offensivi. Dopo 2′ il tabellone dice 8-1, ma è un avvio illusorio, perché in realtà la prima frazione è avara di segnature. Grazie a una buona difesa, le giallonere rimangono avanti fino all’ultimo, cioè fino alla tripla di Longoni che sulla sirena dà il 10-11.
 
In avvio di secondo periodo Baldi e Profaiser firmano il controsorpasso sul 14-13. L’equilibrio regna sovrano: Vente e Tibè portano avanti Costa ma San Martino risponde con Milani e Pasa (21-19 al 17′). Gli ultimi possessi però, con Baldi in panchina a rifiatare, vedono le ospiti sfruttare i centimetri sotto canestro di Vente, e alla pausa lunga il punteggio è 23-25.
 
L’attacco giallonero si affida alle penetrazioni di Pasa per restare aggrappato alle avversarie (29-31 al 24′), ma quando Discacciati segna da otto metri le ospiti hanno allungato sul 31-38. Al rientro dal timeout però Peserico, Baldi e Milani rimettono subito in equilibrio il punteggio con un break di 7-0, e all’ultima pausa la gara è ancora in parità sul 41-41.
 
A spezzare l’equilibrio ci pensa Baldelli, autrice di un personale 8-0 con due triple a inizio quarto periodo. Le giallonere faticano a reagire nonostante i due timeout in pochi minuti: si arriverà fino al 14-0 (41-55 al 35′), ed è una botta dalla quale è difficile rialzarsi. Le Lupe però sono brave a dare tutto fino alla fine, anche se alla sirena finale a trionfare è Costa Masnaga.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *