Serie A2: Fanola bello a metà, Carugate rimonta ed espugna San Martino

30-03-2019

Serie A2

Serie A2: Fanola bello a metà, Carugate rimonta ed espugna San Martino

fanola

Fanola San Martino – Carosello Carugate  56-66
 
LUPE SAN MARTINO:
Vettore ne, Beraldo 6, Amabiglia 8, Boaretto 8, Crocetta 3, Milani 6, Profaiser 13, Rosignoli 5, Baldi 7, Pasa. All. Valentini.
CAROSELLO CARUGATE: Giulietti 3, Usuelli ne, Diotti 4, Molnar 24, Possali, Maffenini 6, Tenderini ne, Gambarini 18, Fossati 1, Colombo 10, Albano, Michelini. All. Cesari.
ARBITRI: Mura di Cagliari e Bonotto di Ravenna.
PARZIALI: 21-15, 34-33, 43-50.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Gambarini (24′), Amabiglia (26′). Tiri da due: San Martino 15/38, Carugate 20/50. Tiri da tre: San Martino 7/25, Carugate 4/12. Tiri liberi: San Martino 5/7, Carugate 14/24.
 
Al PalaLupe il Fanola cede a Carugate, e recrimina per una partita che nel primo tempo aveva visto proprio le padrone di casa condurre i giochi e accumulare anche 13 punti di vantaggio. Brave però le ospiti a rimettere in piedi la sfida, e a conquistare due punti importanti nell’ottica della corsa salvezza.
 
Carugate inizia andando subito sotto da Molnar, che firma i primi 11 punti ospiti, ma il Fanola risponde con le triple di Amabiglia e gli affondi di Profaiser e Beraldo (8-8 al 4′). Il primo strappo è delle padrone di casa, brave a salire sul 15-8 con la bomba di Boaretto. Nel finale di quarto però le giallonere si caricano di falli (7-1 il conto nei primi 10′) e proprio dalla lunetta le avversarie rientrano, anche se la quinta bomba sanmartinara con Crocetta fissa il 21-15 della prima pausa.
 
Il canestro con fallo di Baldi in apertura di seconda frazione vale il +9 alle padrone di casa, abili poi coi rimbalzi della stessa Baldi (già 13 a metà gara, di cui 6 offensivi) a salire anche sul 32-19 al 15′, divario che ribalterebbe pure il -10 dell’andata. A interrompere il digiuno delle ospiti però è la solita Molnar, e poi con la tripla di Colombo il Carosello si ritrova improvvisamente a -6 (32-26), con il Fanola a recriminare per diverse occasioni sprecate. E all’intervallo il divario è praticamente azzerato, perché il buzzer beater di Molnar vale il 34-33.
 
Il break arriva a toccare anche il 17-2, con Giulietti a firmare il sorpasso da fuori in avvio di terzo quarto. Intanto c’è anche la tegola dell’infortunio alla caviglia di Pasa per il Fanola, che in attacco non ha più la fluidità dei primi 15′. Carugate va così all’allungo, sfruttando anche i tanti viaggi in lunetta (24 a 7 i liberi tentati alla fine) per trovare il 38-44 al 27′. Nel finale Rosignoli prova a sbloccare le sue, ma al 30′ il tabellone dice 43-50.
 
Le Lupe provano a crederci ancora (47-52 al 33′), ma espongono il fianco al contropiede delle avversarie, che al 36′ con Gambarini trovano il +11 sul 50-61. È il colpo del k.o.: nonostante gli sforzi, infatti, San Martino non riuscirà più a rientrare. Finisce 56-66, e per le ragazze di Valentini non rimane che pensare al prossimo difficile impegno di sabato a Udine.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *