Serie A2: Grande prova di squadra del Fanola, Bolzano battuta con 12 atlete a segno

25-11-2018

Serie A2

Serie A2: Grande prova di squadra del Fanola, Bolzano battuta con 12 atlete a segno

fanola

Fanola San Martino – Itas Alperia Bolzano 77-61
 
LUPE SAN MARTINO:
 Guarise 1, Beraldo 8, Amabiglia 13, Nezaj 2, Boaretto 5, Crocetta 3, Milani 8, Profaiser 17, Bergamin 2, Rosignoli 4, Baldi 5, Pasa 9. All. Valentini.
BASKET CLUB BOLZANO: Servillo 3, Mancabelli 13, Larcher, Fall 21, Desaler, Pobitzer 7, Bungaite 14, Roubal, Gualtieri 3, Bernardoni. All. Sacchi.
ARBITRI: Caravita di Ferrara e Tommasi di Palestrina (RM).
PARZIALI: 18-16, 37-37, 55-46.
NOTE: Uscita per 5 falli: Beraldo (37′). Tiri da due: San Martino 20/43, Bolzano 19/40. Tiri da tre: San Martino 10/16, Bolzano 2/18. Tiri liberi: San Martino 7/14, Bolzano 17/23.
 
Con una grande prova di squadra, il Fanola supera l’Itas Alperia Bolzano e ritrova una vittoria che fra le mura amiche mancava dalla seconda giornata. È il quarto successo stagionale per le giallonere, autrici di una splendida partita contro una squadra che veniva da 5 vittorie in 6 gare, e – cosa più importante – con un contributo prezioso da parte di tutte le dodici giocatrici scese in campo, ognuna delle quali capace di andare a segno.
 
In avvio Pasa e Baldi rispondono a Bungaite, e dopo 4′ il Fanola è già avanti 9-4. Le Lupe mordono in difesa e sono reattive sulle palle vaganti, ma pagano il divario di centimetri a rimbalzo: è l’ennesimo extra possesso a dare a Mancabelli la palla del sorpasso (10-11). Dall’altra parte però Crocetta si fa trovare subito pronta con la tripla che restituisce l’inerzia alle giallonere, avanti 18-16 alla prima pausa.
 
La pivot lituana Bungaite è già in doppia cifra con il canestro del 20-20, a cui Amabiglia e Milani rispondono tuttavia con due bombe (le Lupe tirano 6/8 da tre nel primo tempo, 10/16 alla fine), per il 28-24 del 14′. Il terzo fallo di Baldi non è una buona notizia per coach Valentini, anche perché consente a Gualtieri il 2+1 del nuovo controsorpasso, sul 30-31. In più le ospiti possono contare su una Fall autrice di canestri pregevoli, e salgono sul 33-37. Ma un 4-0 di Profaiser nell’ultimo minuto fa sì che si vada al riposo lungo sul 37 pari.
 
Al rientro, il Fanola riparte subito benissimo con Beraldo e Bergamin, anche se dall’altra parte Mancabelli trova la prima tripla di serata per le ospiti. Le padrone di casa però sono in ritmo, e ancora con una sontuosa Amabiglia (per lei season high con 13 punti) salgono sul 49-42 al 27′. Sono poi due canestri della neo entrata Rosignoli a portare per la prima volta le Lupe oltre la doppia cifra di vantaggio: 55-44 a ridosso dell’ultima pausa.
 
È il momento decisivo, le padrone di casa sono in striscia e trovano il break con cui scappare via: un 12-0 firmato Boaretto, Beraldo e Profaiser vale addirittura il +20 sul 69-49 (36′). La strada è ormai in discesa per il Fanola, che andrà a chiudere con 77 punti a tabellone e con la vittoria da dedicare a Chiara Meroi, in stampelle a bordocampo per sostenere le compagne.