Serie A2: il Fanola lotta, ma dopo una gara a inseguire cede a Bolzano

25-10-2020

Serie A2

Serie A2: il Fanola lotta, ma dopo una gara a inseguire cede a Bolzano

fanola-bolzano_antonello

Fanola San Martino – Alperia Bolzano  55-61
 
LUPE SAN MARTINO:
Guarise 6, Beraldo, Peserico 4, Amabiglia 10, Mini ne, Nezaj 5, Giordano 7, Frigo ne, Arado 2, Varaldi 5, Antonello 13, Rosignoli 3. All. Di Chiara.
BASKET CLUB BOLZANO: Nasraoui 11, Cremona 4, Servillo 4, Molnar 17, Mingardo, Fall 15, Desaler ne, Iob 2, Profaiser 4, Carcaterra 4. All. Sacchi.
ARBITRI: Spinelli di Cantù e Spinello di Marnate (VA).
PARZIALI: 16-21, 34-38, 42-55.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Nasraoui (26′). Tiri da due: San Martino 15/42, Bolzano 19/35. Tiri da tre: San Martino 6/23, Bolzano 3/16. Tiri liberi: San Martino 7/14, Bolzano 14/21.
 
L’Alperia Bolzano è corsara al PalaLupe nel quarto turno di Serie A2. Il Fanola ci prova e rimane sempre in partita, ma dopo una lunga rincorsa deve cedere alle più esperte avversarie, ora seconde in classifica.
 
Dopo il botta e risposta tra Fall e Amabiglia in avvio, l’unico vantaggio delle giallonere si registra al 3′ con il 7-5 di Guarise. Poi Molnar e Nasraoui trovano il primo minibreak che vale il 9-14 alle biancorosse. Antonello dalla panchina dà una scossa all’attacco, ma con due canestri dell’ex Profaiser è la squadra ospite a presentarsi avanti 16-21 alla prima pausa.
 
Nonostante l’assenza dell’acciaccata Pini sotto canestro, il Fanola cerca di restare sempre attaccato alle avversarie, anche se paga il bonus raggiunto presto e i tanti liberi concessi. Rosignoli, Guarise e poi Nezaj con 5 punti in fila permettono comunque di restare a contatto (28-30 al 16′), e anche quando con Fall e Nasraoui l’Alperia prova di nuovo a scappare, la risposta non si fa attendere: negli ultimi 30″ del primo tempo Peserico va a segno due volte, la seconda proprio sulla sirena, e fissa il 34-38 di metà gara.
 
La terza frazione è quella che si rivelerà decisiva. Per quasi 7′, fino al canestro di Giordano, le padrone di casa non riusciranno infatti a realizzare dal campo. E, complice la momentanea uscita di Guarise per un colpo all’occhio, Bolzano ne approfitta per piazzare il primo vero allungo: la tripla di Molnar e il contropiede di Nasraoui fanno toccare il +11 sul 36-47 del 26′.
 
San Martino prova a ritrovarsi, e dopo essere scivolata anche a -15 in avvio di quarto periodo, risale la china. Antonello (alla fine top scorer delle sue con 13 punti) e Varaldi riducono le distanze, e poi nel finale la bomba di Amabiglia permette di ritrovare anche il -6. Ma la partita ormai è agli sgoccioli, e non c’è più tempo per provare davvero a riaprirla.
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *