Serie A2: Il Fanola se la gioca a Milano, ma nel finale il Sanga ha la meglio

20-02-2021

Serie A2

Serie A2: Il Fanola se la gioca a Milano, ma nel finale il Sanga ha la meglio

fanola

Il Ponte Casa d’Aste Milano – Fanola San Martino  62-51
 
SANGA MILANO:
Toffali 6, Di Domenico ne, Novati 9, Cicic 7, Guarneri 11, Beretta 15, Dell’Orto ne, Mandelli 14, Pagani ne, Meroni, Angelini ne, Stilo ne. All. Pinotti.
LUPE SAN MARTINO: Guarise 5, Fontana 2, Beraldo 7, Peserico 6, Amabiglia 8, Mini 7, Nezaj 8, Frigo 2, Antonello, Rosignoli 6, Rech, Pini. All. Tomei.
ARBITRI: Pulina di Rivoli (TO) e Barra di Torino.
PARZIALI: 8-17, 26-21, 47-40.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: Milano 16/40, San Martino 18/38. Tiri da tre: Milano 8/24, San Martino 3/16. Tiri liberi: Milano 6/10, San Martino 6/17.
 
Il Fanola guida per quasi tutto il primo tempo al PalaGiordani, ma alla fine deve cedere a un Sanga che conferma il proprio grande momento di forma. A partire meglio sono proprio le giallonere: Guarise e Nezaj rispondono alla tripla di Novati, e poi due canestri con fallo di Beraldo valgono il 3-8. Milano ci mette un po’ a sciogliersi in attacco, ma il primo quarto è ancora favorevole alle Lupe, che con due canestri di Peserico si presentano alla prima pausa sul +9: 8-17.
 
Nel secondo periodo però la partita cambia, anche perché San Martino fa molta più fatica a trovare il canestro. Toffali e Beretta guidano così il rientro delle padrone di casa, capaci di riacciuffare la parità a quota 19 al 14′. Il successivo canestro di Rosignoli rappresenta l’ultimo vantaggio del Fanola, nonché gli ultimi punti in un quarto in cui le ospiti ne segneranno appena 4 in totale. Guarneri e Novati trovano dunque il sorpasso, e all’intervallo lungo il punteggio dice 26-21.
 
Amabiglia e Beraldo tengono ancora a contatto le Lupe in avvio di secondo tempo, anche se ora è Milano a fare corsa di testa, ispirata da Mandelli. Il Fanola litiga col ferro dalla lunetta, dove spreca tanto (6/17), eppure riesce a restare in partita: Fontana, Mini e Rosignoli restituiscono ancora il -2 (41-39) al 29′. A quel punto però le padrone di casa trovano due bombe importanti con Mandelli e Beretta, per il 47-40 del 30′.
 
Peserico firma ancora il -4 al 32′ (47-43), ma è in arrivo il break decisivo: Beretta chiude un 8-0 con cui Milano trova il primo vero allungo sul 55-43. Il tempo a disposizione si assottiglia e ormai il Sanga ha il controllo del punteggio. Nel finale arriva il primo canestro in A2 per Sofia Frigo, classe 2004, ma la gara ha preso la direzione delle lombarde, che vanno a chiudere sul 62-51.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *