Serie A2: il Fanola vince il derby veneto con Ponzano e torna a gioire

13-01-2019

Serie A2

Serie A2: il Fanola vince il derby veneto con Ponzano e torna a gioire

fanola-ponzano_vettore

Fanola San Martino – Ponzano Basket  68-54
 
LUPE SAN MARTINO:
Guarise, Vettore 2, Beraldo, Amabiglia 12, Nezaj ne, Boaretto 12, Crocetta 2, Milani 2, Profaiser 9, Rosignoli 2, Baldi 15, Pasa 12. All. Valentini.
PONZANO BASKET:
Ciferni 6, Vidor, Colombo 4, Zecchin 10, Zamuner ne, Schiavon 5, Coser, Gobbo 4, Pizzolato, Vian 18, Mario, Brotto 7. All. Campagnolo.
ARBITRI:
Grazia di San Pietro in Casale (BO) e Bonotto di Ravenna.
PARZIALI:
25-13, 37-25, 44-38.
NOTE:
Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Vian (17′). Tiri da due: San Martino 18/39, Ponzano 16/46. Tiri da tre: San Martino 6/18, Ponzano 5/14. Tiri liberi: San Martino 14/18, Ponzano 7/20.
 
Un successo importante ed emozionante, quello colto dal Fanola San Martino contro Ponzano nell’ultima giornata di andata di serie A2. Il derby veneto non ha tradito le attese, alla fine se lo sono aggiudicato le Lupe ma solo dopo una gara ricca di capovolgimenti, anche se quasi sempre condotta.
 
In avvio Ponzano, sostenuta anche da un caloroso tifo ospite, parte col piede sull’acceleratore, e andando sotto da Vian firma l’unico vantaggio della sua gara sul 2-8. Anche il Fanola però non vuole essere da meno, e gli basta meno di 1′ per rispondere con un 7-0 che vale il sorpasso. Le Lupe sono in ritmo: Pasa, ex della sfida, va a segnare nel traffico col fallo il 14-8 (6′), e poi 5 punti consecutivi di un’ottima Baldi (chiuderà con 15 punti, 9 rimbalzi e 6 assist) portano addirittura il parziale sul 17-0. Il libero di Schiavon sblocca le ospiti, ma alla prima pausa San Martino è avanti 25-13.
 
Le biancoverdi litigano col ferro dalla lunetta (7/20), mentre la grande pressione della difesa giallonera vale il 28-14. Le padrone di casa non hanno più l’esplosività offensiva della prima frazione, ma il vantaggio rimane sempre saldo in doppia cifra. I due piazzati consecutivi di Boaretto fanno toccare il +16 (37-21 al 18′), anche se nel finale le conclusioni di Schiavon e Brotto fissano il punteggio di metà gara sul 37-25.
 
Il terzo quarto si apre con un 5-0 firmato Pasa e Amabiglia, per il massimo vantaggio locale. Ponzano però è dura a morire, e con un 11-0 marchiato da tre bombe consecutive di Vian rientra alla grande in partita, ritrovando il 42-36 al 27′. È Crocetta a sbloccare finalmente l’attacco delle padrone di casa, che però realizzano solo 7 punti nel quarto, vedendo dimezzato il proprio vantaggio.
 
La rimonta – così come il blackout offensivo del Fanola – non si fermano in avvio di quarto periodo, e Zecchin firma il -1 sul 44-43 (33′). La tripla di capitan Amabiglia è fondamentale per restituire ossigeno, dopo che Gobbo ha sbagliato anche il libero del pareggio. Anche perché subito dopo Profaiser trova un altrettanto importante 2+1, per il 52-45. Non c’è un attimo di respiro: Zecchin da fuori fa 52-50, Boaretto le risponde col 56-50. Poi è ancora Profaiser, autrice di tutti i suoi 9 punti (a cui aggiunge altrettanti rimbalzi) nell’ultimo periodo, a rubare e a segnare col fallo per il 61-50 (37′). Il punto esclamativo lo mette ancora Amabiglia, con la tripla del 68-53 che scaccia definitivamente le paura, e permette al Fanola di festeggiare la prima vittoria del 2019.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *