Serie A2: Un bel Fanola tiene testa a Costa Masnaga

08-10-2017

Serie A2

Serie A2: Un bel Fanola tiene testa a Costa Masnaga

fanola-costa

Fanola San Martino – B&P Autoricambi Costa Masnaga  50-57
 
LUPE SAN MARTINO: Beraldo 16, Fietta 8, Amabiglia 2, Boaretto 3, Brutto, Crocetta, Benato, Nezaj, Milani 5, Profaiser 2, Meroi 6, Baldi 8. All. Valentini.
BASKET COSTA: Allevi ne, Longoni 2, Rulli 17, Balossi, Del Pero 9, Baldelli 15, Visconti 7, Meroni, Tibè 5, Mahlknecht 2, Tagliabue ne. All. Pirola.
ARBITRI: Culmone di Bologna e Caravita di Ferrara.
PARZIALI: 14-12, 29-31, 41-41.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: San Martino 22/50, Costa Masnaga 16/37. Tiri da tre: San Martino 1/9, Costa Masnaga 4/23. Tiri liberi: San Martino 3/8, Costa Masnaga 13/16.
 
Nella prima gara casalinga della nuova stagione, giocata per l’occasione a Cittadella, il Fanola San Martino non sfigura al cospetto della forte B&P Autoricambi Costa Masnaga: finisce 50-57, al termine di 40′ combattuti e sempre sul filo dell’equilibrio.
 
C’è il pubblico delle grandi occasioni al palasport di Cittadella, in tribuna insieme al coach del Fila Larry Abignente c’è anche il Commissario Tecnico della Nazionale Marco Crespi. Le ospiti provano subito a partire con il piede sull’acceleratore (2-8 dopo 4′), ma le giallonere rispondono con Milani e Baldi. Dall’altra parte Rulli è subito ispiratissima (per lei 8 punti già nel primo quarto), ma con un 6-0 nel finale di frazione è il Fanola a presentarsi avanti al 10′: 14-12.
 
Con le bombe di Del Pero e Baldelli la squadra di coach Pirola prova nuovamente ad allungare nel secondo periodo (18-22), ma San Martino è sempre lì, grazie a un bel gioco in velocità e senza paura. È in particolare una Beraldo in gran forma (10 punti nel secondo quarto) a ripristinare più volte la parità, anche se a chiudere la frazione sono i liberi di Rulli quasi sulla sirena, per il 29-31 di metà gara.
 
Sotto canestro le Lupe si battono bene con Baldi (8 punti e 13 rimbalzi) e con il positivo impatto della classe 2001 Meroi (6+6), tenendo la temuta Mahlknecht a soli 2 punti. E così al 27′, ancora con Beraldo (16 punti per lei, massimo in carriera in A2), arriva il primo vantaggio sul 39-37, con la stessa Meroi che subito dopo firma anche il +4.
 
La nuova parità la sigla Baldelli prima del 30′, e poi anche nell’ultimo periodo si procede punto a punto. Il Fanola però sembra in debito d’ossigeno, e fra il 33′ e il 38′ accusa un parziale di 12-0 con cui Del Pero trascina Costa Masnaga sul 45-55. Fietta e compagne ci provano fino all’ultimo, ma è il break decisivo, e pur tra gli applausi dei loro sostenitori le giallonere devono lasciare il campo sconfitte.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *