Serie B: al PalaLupe l’Olimpia è beffata nel finale con Trieste

13-01-2019

Serie B

Serie B: al PalaLupe l’Olimpia è beffata nel finale con Trieste

Serie-B-Olimpia-Giovani-Lupe

Olimpia Giovani Lupe – Futurosa Trieste 52-54
 
OLIMPIA GIOVANI LUPE: Fassina 4, Fietta, S. Scappin 3, Coccato 4, Peserico 13, Vettore 4, J. Scappin, Cecere 1, Vezzi ne, Pettenon 7, Nezaj 16, Damjanovic. All. Nasato.
FUTUROSA TRIESTE: Degrassi 6, Croce 6, Giannelli, Iob, Taucer, Levach, Sammartini 12, Turel 7, Rosini 19, Dobriena 4. All. Scala.
ARBITRI: Zentilin di Crespano del Grappa (TV) e Berton di San Biagio di Callalta (TV).
PARZIALI: 8-14, 22-27, 38-35.
 
Nella prima gara del 2019, giocata eccezionalmente al PalaLupe di San Martino vista l’indisponibilità del palasport di Castelfranco Veneto, l’Olimpia Giovani Lupe va a un passo dalla vittoria contro il Futurosa Trieste, ma si deve arrendere in volata.
 
Decisamente da rivedere l’avvio delle biancorosse, che nel primo quarto faticano a trovare il giusto ritmo. Dall’altra parte invece Rosini è già in palla, e alla prima pausa le ospiti conducono 8-14. L’Olimpia prova a scuotersi nel secondo periodo: positivo, tra gli altri, l’impatto di Alice Peserico (13 punti), rientrata di recente dal lungo infortunio al ginocchio e al debutto nella categoria.
 
Dopo essere andate all’intervallo lungo sotto di 5 lunghezze, le Giovani Lupe piazzano il sorpasso con un’ottima terza frazione da 16-8 di parziale. Nel finale di quarto però coach Nasato perde Sara Scappin per infortunio, e nel quarto periodo dovrà fare a meno anche di Vettore per falli. Si va a finire in volata, e le padrone di casa incappano in tre sanguinose palle perse. Sul 49-52 per le ospiti, non arriva la conclusione pesante che servirebbe per riaprire l’incontro. C’è allora il fallo sistematico su Rosini, che mette al sicuro la vittoria e vanifica la tripla conclusiva di Pettenon.
 
L’Olimpia chiude così il girone di andata con 10 punti, e domenica prossima inaugurerà il ritorno con la trasferta sul campo di un’altra formazione triestina, l’OMA, a caccia di un successo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *