Serie B: il Fanola domina l’andata con Lavagna, la finale è più vicina

01-05-2016

Serie B

Serie B: il Fanola domina l’andata con Lavagna, la finale è più vicina

serieb_fanola-lavagna

Fanola San Martino – Polysport Lavagna 81-48
 
LUPE SAN MARTINO: Beraldo 4, Busnardo 9, Amabiglia 7, Scappin 5, Boaretto, Martini 4, Brutto 8, Crocetta 3, Fassina 26, Dal Mas 4, Pettenon 2, Morpurgo 9. All. Valentini, vice Statua.
POLYSPORT LAVAGNA: Annigoni, Ronzitti 6, Fantoni 3, Rossi ne, De Ferrari ne, G. Zampieri 6, Fortunato 4, M. Zampieri ne, Copello, Principi 17, Morselli 12. All. Daneri, vice Costa-Devoto.
ARBITRI: Foschini di Russi (RA) e Gorzanelli di Vignola (MO).
PARZIALI: 17-10, 41-21, 55-33.
NOTE: Spettatori: 400 circa. Tiri liberi: San Martino 12/15, Lavagna 13/15. Tiri da tre: San Martino 7 (Fassina 3, Amabiglia, Busnardo, Scappin e Crocetta 1), Lavagna 1 (Morselli).
 
Il Fanola San Martino continua a vivere il proprio sogno, e nel primo atto della semifinale play off di Serie B supera Lavagna con un ottimo 81-48, che vale alle ragazze di Valentini un solido +33 da cui ripartire sabato prossimo, in Liguria, nella gara di ritorno.
 
Al PalaLupe c’è il pubblico delle grandi occasioni, e San Martino prova a partire subito forte con due conclusioni a bersaglio di Busnardo. Dall’altra parte invece Lavagna non è fortunata, infatti dopo appena 4′ deve rinunciare alla giovane Copello per un infortunio al ginocchio. Le giallonere rimangono avanti col buon lavoro a rimbalzo d’attacco di Martini (10-4 al 5′), e sul finire di frazione provano anche l’allungo con la tripla di Scappin e il tap-in di Pettenon, per il 17-10 che chiude la prima frazione.
 
Anche quando Lavagna prova a riavvicinarsi, come in avvio di secondo periodo, San Martino risponde con una tripla di Amabiglia e due di Fassina (26-14 al 13′). La stessa Fassina è in ritmo (10 punti nei primi 4′ del secondo quarto, già 17 a metà gara), e porta le Lupe a doppiare le avversarie sul 30-15. È buono anche l’impatto dalla panchina di Dal Mas e Beraldo, e tra recuperi e contropiede è uno spumeggiante finale di frazione: al 20′ le giallonere hanno addirittura 20 punti di vantaggio sul 41-21.
 
È ancora lunga, specialmente trattandosi di una doppia sfida, ma San Martino rientra in campo dopo l’intervallo decisa a premere ulteriormente il piede sull’acceleratore: sono due canestri in fila di Amabiglia a portare le sue sul +28 (49-21), prima che Morselli da dietro l’arco sblocchi Lavagna dopo quasi 4′. È un canestro che risveglia le ospiti, capaci di ridurre parzialmente il gap prima dell’ultima pausa, alla quale comunque il Fanola arriva in pieno controllo sul 55-33.
 
Fassina e Martini permettono di conservare un vantaggio superiore alle 20 lunghezze, e a 3′ dalla fine le Lupe toccano ancora il +26 con Morpurgo (68-42). Lavagna guarda al doppio confronto e non molla, in particolare con Principi che realizza 9 dei suoi 17 punti nell’ultima frazione, ma nel finale le triple di Crocetta, Busnardo e di Fassina sulla sirena fanno dilagare le padrone di casa, e fissano il punteggio sull’81-48.
Sabato 7 maggio alle 20.30, in Liguria, il secondo atto della sfida, per provare a conquistare la finale.
Forza Lupe!