Supercoppa: la rimonta nel finale non basta, il Fila saluta la Famila Cup

25-09-2020

Serie A1

Supercoppa: la rimonta nel finale non basta, il Fila saluta la Famila Cup

supercoppa_fila-lucca_fietta

Fila San Martino – Gesam Gas&Luce Lucca  76-77
 
BASKET SAN MARTINO:
Fietta 16 (3/6, 3/4), Filippi 14 (1/1, 3/6), Tonello 9 (3/7 da tre), Pasa 5 (2/6, 0/1), Toffolo, Ciavarella 19 (1/3, 3/6), Giordano (0/1), Rosignoli ne, Sulciute 7 (2/4, 0/1), Milani 2 (1/1), Arado ne, Fogg 4 (1/2, 0/1). All. Abignente.
BASKET LE MURA LUCCA: Azzi, Jakubcova 4 (2/4, 0/2), Cibeca ne, Spreafico 10 (1/4, 1/10), Pastrello 10 (3/4, 0/1), Russo 17 (5/8, 1/3), Orsili 12 (2/4, 2/3), Miccoli 6 (3/7, 0/1), Pallotta ne, Farnesi ne, Smorto 10 (3/3, 1/1), Tunstull 8 (4/5). All. Iurlaro.
ARBITRI: Scrima di Catanzaro, Frosolini di Grosseto, Bartolini di Fano (PU).
PARZIALI: 14-23, 33-45, 51-66.
NOTE: Uscita per 5 falli: Filippi (40′). Espulso: Abignente per doppio fallo tecnico (30′). Tiri da due: San Martino 11/24, Lucca 23/39. Tiri da tre: San Martino 12/26, Lucca 5/21. Tiri liberi: San Martino 18/24, Lucca 16/29. Rimbalzi: San Martino 37 (Sulciute 7), Empoli 32 (Miccoli 7). Assist: San Martino 15 (Pasa 5), Lucca 8 (Miccoli 3).
 
Si ferma ai quarti di finale l’avventura alla Famila Cup del Fila. Le giallonere cedono di un punto a Lucca, dopo una partita praticamente tutta a inseguire, e una clamorosa rimonta sfumata all’ultimo. Le toscane accedono con merito alla semifinale di Supercoppa, dove troveranno Venezia. Per San Martino invece il pensiero non può che andare al campionato: sabato 3 ottobre si parte in casa, e l’avversaria sarà proprio la stessa Lucca.
 
1° QUARTO. In avvio Fietta risponde da fuori a Miccoli, ma Lucca opera bene nel pitturato, e con Russo sale sul 3-8 dopo 3′. La replica arriva ancora da fuori con Tonello, ma le toscane sono ispirate e si portano sul 7-13 con Smorto, mentre per San Martino sono un problema i due falli in attacco di Fogg nei primi 5′. La Gesam Gas&Luce è abile a sfruttare il bonus: nella seconda metà del quarto va a segno quasi esclusivamente dalla lunetta, e alla prima pausa è avanti 14-23.
 
2° QUARTO. A ripartire meglio nel secondo periodo è ancora Lucca, che con Russo e Spreafico arriva a doppiare le avversarie sul 14-28 (12′). Per smuovere il punteggio giallonero servono ancora le triple di Tonello e Fietta, e poi un paio di giocate di Sulciute restituiscono il -8 sul 24-32, nonostante dalla lunetta il Fila sprechi più del dovuto (5/11 al 15′). Ora l’inerzia pare cambiata, e quando Filippi infila la tripla in transizione c’è di nuovo un solo possesso di distanza: 29-32. La squadra di Iurlaro però è brava ancora a rispondere, e a trovare un nuovo allungo: i giochi da tre punti di Spreafico e Russo costano anche il 4° fallo alla stessa Filippi, e nel finale l’ennesima persa consente a Spreafico di fissare il punteggio sul 33-45 dell’intervallo lungo.
 
3° QUARTO. Dopo il suo buon primo tempo, nella ripresa il Fila deve rinunciare a capitan Tonello, in dubbio già dalla vigilia per un fastidio muscolare. Si sblocca però Ciavarella, anche se Jakubcova e Russo sono prontissime a rispondere, e il divario rimane ampio. Al 25′ la bomba di Smorto vale il +15 toscano sul 42-57, e il 4° fallo costringe anche Sulciute alla panchina. Eppure il Fila vuole provare a crederci ancora: Ciavarella (autrice di 18 dei suoi 19 punti nel secondo tempo) dà una scossa all’attacco, e Milani chiude un break di 9-0 che restituisce il -6 (51-57). Di nuovo tuttavia la rimonta non si concretizza, e nel finale le proteste su un fischio arbitrale costano il doppio tecnico e l’espulsione a coach Abignente: arriva così uno speculare parziale di 9-0, per il 51-66 dell’ultima pausa.
 
4° QUARTO. Al Fila rimane la forza della disperazione: si riparte con un 5-0 firmato Ciavarella e Fietta, e poi la tripla di Filippi riporta il punteggio sul 59-68 (33′). Ciavarella ritrova anche il -7 poco dopo, ma Orsili le risponde. A 3′ dalla fine il tabellone dice ancora 66-73, e qui la tripla di Fietta (al suo massimo in maglia Fila, 16 punti) riporta le Lupe a -4. I liberi di Filippi valgono anche il 71-73 a 1’50” dalla fine, ma dall’altra parte Orsili trova due piazzati pesantissimi, che sul 71-77 a meno di 40″ dalla conclusione sembrano mettere la parola fine. Invece ancora Ciavarella firma un 2+1 per il nuovo -3 a 30″ dalla sirena, e poi ruba e va a segnare i liberi del 76-77, quando mancano solo 14″. San Martino avrebbe anche un’ultima grande occasione, perché Lucca commette infrazione di 5″ sulla rimessa. Fietta allora prova a buttarsi dentro con poco tempo sul cronometro, ma perde la maniglia. A quel punto, nonostante lo 0/2 di Spreafico, non c’è più tempo per provare un’ultima preghiera: finisce 76-77, Lucca accede alla semifinale.
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *