Venezia scappa nel primo quarto, al Taliercio il Fila deve cedere alla capolista

14-02-2021

Serie A1

Venezia scappa nel primo quarto, al Taliercio il Fila deve cedere alla capolista

fila-reyer_penna

Umana Venezia – Fila San Martino  82-59
 
REYER VENEZIA:
Bestagno 13 (6/10, 0/1), Carangelo 10 (2/2, 2/5), Howard 12 (6/9, 0/1), Pan 9 (1/3, 1/5), Natali 7 (3/3, 0/1), Y. Anderson 12 (5/7, 0/3), Petronyte 8 (2/8), Meldere (0/1), Attura 6 (2/2, 0/1), Penna 5 (1/4, 1/1). All. Ticchi.
BASKET SAN MARTINO: J. Anderson 17 (4/6, 3/8), Fietta 4 (2/5, 0/1), Filippi ne, Tonello (0/2 da tre), Pasa 6 (1/5, 1/1), Toffolo 6 (3/4), Ciavarella 11 (4/7, 1/6), Nezaj 4 (2/4), Giordano ne, Rosignoli, Sulciute 8 (3/6, 0/2), Arado 3 (1/3). All. Abignente.
ARBITRI: Radaelli di Rho (MI), Maffei di Preganziol (TV) e Tommasi di Palestrina (RM).
PARZIALI: 24-6, 47-27, 67-46.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: Venezia 28/49, San Martino 20/40. Tiri da tre: Venezia 4/18, San Martino 5/20. Tiri liberi: Venezia 14/15, San Martino 4/6. Rimbalzi: Venezia 42 (Bestagno 9), San Martino 31 (Sulciute 8). Assist: Venezia 22 (Bestagno e Petronyte 4), San Martino 18 (Pasa 4).
 
Al ritorno in campo dopo due weekend di sosta, il Fila deve alzare bandiera bianca al cospetto dell’imbattuta capolista. Al Taliercio la Reyer si impone 82-59, indirizzando con autorevolezza la partita già nel primo quarto. Dopo un avvio a senso unico, tuttavia, le Lupe hanno provato a giocarsela, riuscendo a limitare i danni nei successivi tre periodi. E se gli 82 punti segnati per l’Umana rappresentano un minimo stagionale nelle gare casalinghe (una curiosità statistica che la dice ancora più lunga sulla forza della squadra di Ticchi), coach Abignente può trarre qualche indicazione positiva anche dalle giovani, in campo per diversi minuti con personalità.
 
1° QUARTO. In avvio Toffolo risponde a Yvonne Anderson, ma le padrone di casa si dimostrano subito ispirate dalla distanza: le bombe di Penna e Carangelo portano il punteggio sul 12-2 dopo 4′, obbligando già la panchina ospite al primo timeout. Poco cambia però al rientro sul parquet: le Lupe sono in confusione in attacco e in difficoltà in difesa, e la Reyer porta il break addirittura sul 20-0 (22-2 all’8′). Il “gol” di Fietta sblocca finalmente l’attacco giallonero, ma alla prima pausa il distacco è pesante sul 24-6.
 
2° QUARTO. Arrivano intanto i primi punti in A1 per la classe 2004 Arianna Arado, ma San Martino sembra continuare a litigare col ferro, mentre la Reyer è implacabile, e sale sul 34-9 al 14′. A scuotere finalmente l’attacco delle giallonere è Jolene Anderson, ex della sfida, che si sblocca al 15′ e da lì firma ben 13 punti in poco più di 3′. Arriva il primo canestro in A1 anche per Sara Nezaj (2001), e il Fila prova a tenere botta. La frazione si chiuderà con un parziale di 23-21 per Venezia, grazie al 2+1 nel finale di Bestagno, e il vantaggio rimane solido per le padrone di casa.
 
3° QUARTO. Dopo l’intervallo lungo si riparte con la bomba di Ciavarella, a cui replica subito Howard da sotto. Le Lupe provano a crederci, guardando al punteggio come se si ripartisse dallo 0-0. Sulciute e Toffolo rispondono a Penna, e poi ancora Ciavarella trova per due volte il -15 (57-42 al 26′). Tengono ancora bene il campo Nezaj e Arado, rispettivamente sul parquet 14′ e 11′, complici anche i problemi di falli di un settore lunghe peraltro ancora orfano dell’infortunata Filippi. Nel finale le bombe di Carangelo e Pan permetteranno comunque a Venezia di aggiudicarsi di un’incollatura anche il terzo parziale: 20-19.
 
4° QUARTO. Nell’ultimo periodo le padrone di casa tornano ad incrementare il vantaggio, anche se il Fila non molla, continuando a lottare fino al 40′. Il quarto si chiuderà sul 15-13, per un complessivo 82-59 che consegna con merito la 19^ vittoria consecutiva in campionato all’Umana. Il Fila invece guarda già al futuro: sabato a San Martino di Lupari ci sarà un’altra sfida difficile ma importante contro Ragusa.
 
LE ALTRE PARTITE. Costa Masnaga-Battipaglia 96-74, Campobasso-Sassari 73-51, Geas-Vigarano 82-64, Lucca-Empoli 59-73. Lunedì: Bologna-Schio. Rinviata: Ragusa-Broni.
La classifica: Venezia 38; Schio 30; Bologna e Ragusa 28; Geas 26; Empoli 20; San Martino e Costa Masnaga 18; Campobasso 14; Broni 10; Lucca e Sassari 6; Vigarano e Battipaglia 2.
 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *