Alama San Martino – La Molisana Campobasso 46-49

BASKET SAN MARTINO:
D’Alie 5 (2/7, 0/3), Guarise, Tau ne, Conte 15 (4/10, 2/6), Turcinovic 2 (0/6, 0/7), Russo 3 (0/1, 1/3), Arado 2 (1/3), Diakhoumpa ne, Vente (0/1), Kostowicz 19 (6/12, 0/1). All. Piazza.
MAGNOLIA CAMPOBASSO:
Kunaiyi-Akpanah 4 (2/4), Narviciute (0/1), Kacerik 5 (1/2, 1/1), Trimboli 10 (2/3, 1/4), Giacchetti ne, Quinonez 7 (2/6, 0/2), Dedic 11 (5/14), Srot (0/1), Trozzola ne, Morrison 2 (1/4, 0/2), Mistinova 10 (2/8, 2/4). All. Sabatelli.
ARBITRI:
Masi di Firenze, Spessot di Gradisca d’Isonzo (GO) e Calella di Bologna.
PARZIALI:
16-15, 24-26, 32-35.
NOTE:
Uscita per 5 falli: Kunaiyi-Akpanah (34′). Fallo antisportivo: D’Alie (20′). Fallo tecnico: Sabatelli (26′). Tiri da due: San Martino 13/40, Campobasso 15/43. Tiri da tre: San Martino 3/20 Campobasso 4/13. Tiri liberi: San Martino 11/13, Campobasso 7/12. Rimbalzi: San Martino 44 (Kostowicz 18), Campobasso 36 (Dedic 11). Assist: San Martino 10 (D’Alie, Conte e Turcinovic 3), Campobasso 7 (Trimboli 4).

Campobasso si aggiudica lo scontro diretto del PalaLupe, costringendo San Martino al primo stop interno della stagione. Le molisane la spuntano in volata, al termine di un match caratterizzato da basso punteggio e tanti errori al tiro, ma anche da due difese forti che hanno offerto una partita di grande intensità. Resta qualche rimpianto per le giallonere, costrette a rinunciare a Soule a causa della febbre, e punite da un parziale di 11-0 negli ultimi 5′, dopo che sul +6 del 35′ la partita sembrava poter prendere la strada delle padrone di casa.

1° QUARTO.
Prova a partire forte l’Alama, coi canestri di Kostowicz e Conte sui primi due possessi d’attacco. La stessa Conte è in palla: ci sono già 7 punti per lei nel 10-4 del 5′. La tegola però sono i tre falli di Arado in appena 5′, decisamente non una buona notizia per coach Piazza, vista anche l’indisponibilità di Soule. Campobasso ne approfitta per riavvicinarsi sul 12-9, e anche se Kostowicz tiene avanti le sue, nel finale Dedic ricuce e al 10′ c’è un solo punto di differenza: 16-15.

2° QUARTO.
Ancora Conte e Kostowicz, autrici di 18 (equamente distribuiti) dei primi 20 punti gialloneri, producono un 4-0 in avvio di secondo periodo, subito però rintuzzato. E al 15′ l’entrata di Mistinova vale il sorpasso sul 20-21, per il primo vantaggio ospite di serata. Ora l’attacco delle Lupe è in rottura prolungata, fra palle perse e percentuali deficitarie, e il parziale diventa di 9-0 con la tripla del 20-24 firmata ancora Mistinova. A sbloccare la situazione è sempre Kostowicz, dopo 6′ di siccità, con un 4-0 che pareggia i conti, appena prima dei liberi di Trimboli che all’intervallo fissano un insolitamente basso 24-26.

3° QUARTO.
San Martino inizia il terzo periodo con due palle perse, mentre dall’altra parte Kunaiyi, di nuovo in campo dopo aver visto tutto il secondo periodo dalla panchina, firma il massimo vantaggio ospite sul 24-30. Si sprecano ancora gli errori da entrambe le parti, ma intanto per la stessa Kunaiyi arriva in attacco il quarto fallo personale. Con pazienza San Martino torna fino a -1 (29-30 al 26′), e poi c’è il primo canestro dal campo per D’Alie che vale il controsorpasso sul 31-30. La tripla di Kacerik torna a sbloccare Campobasso dopo diversi minuti, e all’ultima pausa le ospiti sono avanti di un possesso pieno: 32-35.

4° QUARTO.
Si riparte con D’Alie e Kostowicz (che chiuderà con una super doppia doppia da 19 punti e 18 rimbalzi) a firmare l’ennesimo controsorpasso (36-35), poi al canestro allo scadere dei 24″ di Mistinova replicano con due bombe consecutive Russo e Conte (fino a lì San Martino era 1/13 da fuori), per il 42-38. Conte farà anche +6, ma l’inerzia è destinata a cambiare ancora. La replica di Dedic infatti dà il via a un controbreak di 6-0, favorito dalla corsa e da un paio di disattenzioni. Si entra così negli ultimi 3′ sul 44-44, e poco dopo Quinonez firma da sotto il nuovo vantaggio della Magnolia. La palla pesa come un macigno nell’attacco giallonero, che non vede più il canestro. Dall’altra parte invece la chiude Mistinova, con la bomba del 44-49 a suggellare il decisivo break di 11-0, che a 8″ dalla fine manda i titoli di coda.

LE ALTRE PARTITE.
Bologna-Sesto San Giovanni 71-67, Battipaglia-Schio 50-98, Milano-Ragusa 52-76, Brescia-Roma 74-62, Faenza-Sassari 68-74. Riposa: Venezia.
Classifica: Venezia 20; Schio 18; Bologna* e Campobasso* 16; Sesto San Giovanni, San Martino e Sassari* 12; Ragusa 10; Roma e Brescia 6; Faenza* 4; Milano 2; Battipaglia 0 (*una partita in più).