Umana Reyer Venezia – Uniconfort San Martino 71-59

REYER VENEZIA:
Michieletto, Lovato 11, Scattolin, Briana 9, Marinari 19, Brussato, Mazzotti 5, Cavinato 9, Zara 4, Vigorito ne, Scarpa 5, Poletto 9. All. Giovanatto.
BASKET SAN MARTINO: Baggio 15, Canzian 1, Simioni ne, Vincastri, Celi 2, Berno, Peruzzo ne, Ibba 4, Bordignon ne, Dediu 25, Gelain 6, Finetti 6. All. Sulciute.
PARZIALI: 24-6, 42-24, 51-42.

Si interrompe in semifinale il sogno delle Lupe Uniconfort, che alla Coppa Italiana Under 14 di Costa Masnaga devono rinunciare all’obiettivo finalissima. Nel derby con Venezia, già campionessa regionale in questa stagione e tra le maggiori favorite alla vigilia dell’evento, la formazione di coach Egle Sulciute dà battaglia, risalendo dopo un inizio difficile e provandoci fino alla fine. A staccare il pass per l’ultimo atto sono però le orogranata, che sabato affronteranno le padrone di casa di Costa, peraltro battute dalle Lupe all’esordio nel torneo. Alle giallonere resta comunque un traguardo importante, ovvero la finale per il bronzo, in programma sabato alle 12 contro Sanga Milano (e in diretta free su www.lbftv.it).

Inizio difficile, si diceva. Venezia parte infatti con il piede sull’acceleratore: tre bombe nei primi 3′ fanno salire subito il punteggio sull’11-2. San Martino prova a mettersi in ritmo con Finetti, ma trovare conclusioni pulite non è semplice, e alla prima pausa il passivo è pesante sul 24-6.

Le orogranata non accennano a rallentare, e nel secondo quarto allungano ancora, arrivando a toccare addirittura il +27 sul 40-13 del 27′. Sono però i canestri di Dediu e Gelain a dare una scossa alle giallonere, che con un break di 11-2 si riavvicinano un po’ prima della chiusura del quarto, che termina con un parziale di 18-18.

Nella ripresa la Reyer parte subito con un 5-0 nei primi due possessi, ma l’Uniconfort c’è, e ha voglia di dimostrarlo. Un 7-0 rimette in carreggiata l’attacco, e poi è ancora un’indiavolata Dediu (per lei alla fine 25 punti) a riavvicinare le sue, che appena prima del 30′ tornano anche sotto la doppia cifra di svantaggio, sul 51-42.

San Martino prova a credere a una rimonta che pareva impossibile, e coi canestri di Baggio resta aggrappata alle avversarie. A 4′ dalla fine la quarta bomba di Dediu e il libero di Ibba restituiscono il -5 sul 63-58, aprendo la strada a un finale emozionante. Di fronte però c’è una squadra fortissima, che in questa lunga stagione ha perso appena una partita. Il canestro di Marinari e la tripla di Briana restituiscono un margine di sicurezza, e lanciano la volata per il passaggio in finale.

Restano gli applausi e l’orgoglio per le Lupe, che sabato contro Milano andranno a caccia del podio nazionale.