Alama San Martino – E-Work Faenza 61-69

BASKET SAN MARTINO:
D’Alie 12 (3/12, 2/10), Guarise 2 (1/1, 0/2), Tau ne, Conte 9 (3/7, 1/7), Turcinovic 9 (3/8, 0/4), Soule 7 (3/9, 0/1), Russo 4 (0/3 da tre), Arado, Diakhoumpa ne, Vente, Kostowicz 18 (7/12). All. Piazza.
FAENZA BASKET PROJECT:
Franceschelli, Edokpaigbe ne, Niemojewska 14 (2/4, 1/6), Cvijanovic 15 (5/7, 1/3), Tagliamento 12 (2/2, 2/7), Peresson (0/1, 0/2), Spinelli (0/2, 0/1), Grande ne, Dixon 18 (8/11), Brossmann 10 (3/5, 1/3). All. Seletti.
ARBITRI:
De Biase di Treviso, Attard di Priolo Gargallo (SR) e Cassinadri di Bibbiano (RE).
PARZIALI:
16-17, 23-43, 47-58.
NOTE:
Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: San Martino 20/49, Faenza 20/32. Tiri da tre: San Martino 3/27, Faenza 5/22. Tiri liberi: San Martino 12/15, Faenza 14/16. Rimbalzi: San Martino 46 (D’Alie 14), Faenza 38 (Brossmann 12). Assist: San Martino 18 (D’Alie 14), Faenza 18 (Cvijanovic 8).

La E-Work Faenza fa il colpo a San Martino di Lupari, vincendo una gara quasi sempre condotta, con un vantaggio anche di 23 lunghezze. L’Alama parte male e nel secondo quarto accusa un blackout profondo, ma poi nella seconda metà di gara riesce a ritrovarsi e a mettere in piedi una rimonta che avrebbe avuto del clamoroso. Si ferma sul -1 però il rientro delle Lupe, che nel finale non riescono ad avere la meglio.

1° QUARTO.
È subito buono l’avvio ospite, con Brossman e Cvijanovic brave a rispondere a Kostowicz per il 2-5 dopo 2′. Faticano a entrare in ritmo le giallonere, e Faenza ne approfitta per salire sul 4-13, con le conclusioni nel pitturato di Dixon. Sono Kostowicz e Conte a sbloccare l’attacco di casa, e a restituire il -3 con un minibreak di 6-0, grazie anche a una difesa più attenta. Nel finale con la stoppata di Arado e il contropiede di Conte arriva il sorpasso (16-15), anche se appena prima della sirena è Brossman a far chiudere il primo quarto avanti alla E-Work.

2° QUARTO.
Le Lupe provano a sciogliersi, e in avvio di secondo periodo prendono subito la testa con due canestri di D’Alie, che pure in una serata difficile al tiro chiuderà a un passo da un’altra tripla doppia, con 12 punti, 14 rimbalzi e 9 assist. La reazione delle ragazze di coach Seletti è però ottima: le triple di Niemojewska e Cvijanovic propiziano un 8-0 che cambia di nuovo tutta l’inerzia, e restituisce il 20-25. Ora sono galvanizzate le ospiti, mentre dall’altra parte il tiro non vuole più saperne di entrare: saranno 12 gli errori consecutivi per le giallonere, che non riescono ad approfittare dei rimbalzi offensivi. Il break arriverà a 17-0 (20-34 al 17′), prima del “gol” di Guarise che finalmente sblocca le sue. Ma a metà gara San Martino è sprofondata a -20 con una frazione da 7-26, e uno 0/9 da tre che pesa non poco.

3° QUARTO.
È solo al 23′ che arriva finalmente il primo canestro dall’arco con Conte, e psicologicamente le padrone di casa sembrano scuotersi: dopo essere stata anche a -23 (24-47) l’Alama piazza un 10-2 che restituisce un po’ di fiducia. Spinte dal pubblico le Lupe ci credono, e quando D’Alie infila la bomba del -10 (43-53 al 27′) c’è di nuovo una partita. Poco dopo Turcinovic farà anche -8, prima del 3/3 ai liberi di Niemojewska che chiude il terzo quarto sul 47-58.

4° QUARTO.
Kostowicz (18 punti e 13 rimbalzi) risponde a Dixon, mentre la difesa si va a prendere alcuni sfondamenti preziosi. Con pazienza San Martino risale ancora, anche perché adesso è la E-Work a sentire la palla pesante: l’ultimo canestro ospite del campo arriverà al 34′, per il 51-62. Da lì San Martino con pazienza, pur con qualche errore, si riavvicina fino a ritrovare il -1 con Soule, a 43″ dalla sirena, in conclusione di un parziale di 10-0. Poi c’è il fallo su Brossmann che fa 1/2, e l’Alama avrebbe la palla del pareggio. All’uscita dal timeout, però, Cvijanovic sporca il pallone a Kostowicz, e il rimpallo non favorisce l’americana. Con soli 25″ sul cronometro, bisogna ricorrere al fallo sistematico ma la mano di Niemojewska non trema, e nel finale è con un 6-0 ai liberi si va a chiudere sul 61-69. Un risultato amaro per le giallonere, che alla prossima giornata osserveranno il turno di sosta: si tornerà in campo sabato 3 febbraio, ancora in casa, contro Sesto San Giovanni.

LE ALTRE PARTITE.
Battipaglia-Milano 79-82, Sassari-Sesto San Giovanni 61-81, Schio-Venezia 60-56, Brescia-Bologna 34-70. Lunedì: Roma-Campobasso. Riposa: Ragusa.
Classifica: Venezia 26; Bologna e Schio 22; Campobasso* 20; Sesto San Giovanni 18; San Martino 16; Ragusa* 14; Sassari 12; Brescia 10; Roma** 8; Faenza 6; Milano 4; Battipaglia 0 (*una partita in meno).