Vi segnaliamo la gallery fotografica e il racconto della bella serata che ha visto il gemellaggio tra Jusport Padova e Lupebasket, con la cena al “Casoname” di Castello di Godego a seguire la vittoriosa partita del Fila con la Fixi Piramis Torino. Ancora grazie a tutti per la bella iniziativa!

Album fotografico (mirror link) e foto 360° by Alberto Zonta
 
Riceviamo e pubblichiamo:
Brillante successo per il “gemellaggio” fra le associazioni Jusport Padova e Lupebasket svoltosi domenica 19 febbraio alla partita Fila San Martino-Fixi Piramis Torino (7^ giornata di ritorno del Campionato di Serie A1 di Basket Femminile) al Palasport di San Martino di Lupari.
Dapprima la delegazione giuridico-forense ha assistito al match dal parterre del parquet, vivendo a contatto diretto le emozionanti e combattute fasi di gioco, che hanno visto la squadra locale (al rientro casalingo dopo la doppia consecutiva trionfale trasferta contro le “corazzate” del Ragusa e del top-team tricolore Famila Schio) vittoriosa 66-55 contro la la blasonata squadra del capoluogo piemontese (in cui vinse scudetto e Coppa dei Campioni nel 79/80 la cittadellese classe ’56 Chiara Guzzonato con con 114 presenze azzurre anche alle Olimpiadi, Mondiali, Europei).
L’idea è partita dagli avvocati (presenza fissa in tribuna) Paolo Martelli di Galliera Veneta (esperto sportivo e dirigente-consulente AS San Martino) e Enzo Conte di Padova (nativo di San Martino, dirigente federale nazionale, socio-fondatore dal 1998 della Aimanc-Associazione Italiana Magistrati Avvocati Notai Ciclisti, già legale del Calcio Padova ora proseguito dal socio di studio Simone Perazzolo), che tramite la Sezione Ciclismo-Jusport hanno radunato un gruppo di associati di varie discipline.
All’intervallo, nello spazio tra la diretta-tv di Sportitalia e le coreografie delle pattinatrici del “Roller Club Luparense”, Pierluigi Basso ha spiegato al gremito pubblico (tra cui una folta rappresentanza del Cenro Coordinamento Club Granata con lo sgargiante striscione e il Panathlon Cub Cittadella con il segretario Enzo Simonetto) il prestigioso “gemellaggio” assieme agli avvocati Martelli e Conte, convenendo a fine-match alla festosa cena (riservata alla squadra, staff tecnico-dirigenziale, familiari, collaboratori, ospiti) all’Agriturismo “Al Casoname” della vicina Castello di Godego (Treviso).
L’incontro ha voluto rafforzare le sinergie interdisciplinari sorte da tempo con molteplici società, gruppi, atleti, campioni e personaggi dello sport, per diffondere le rispettive attività con reciproco traino e interscambio di pubblico, tra cui spiccano l’AS Cittadella, che ha visto spesso l’ammirata presenza di alcune giocatrici allo Stadio Tombolato e “madrine” a varie feste granata, e importanti eventi ciclistici.
Pierluigi Basso ha aperto la serata presentando i ricchi “curriculum sportivi” degli ospiti Jusport che hanno aderito: Paolo Martelli, Enzo Conte, Carlo Mursia, Enrico Poggi, Samuel Lorenzetto, Francesco Proto, Cesare Trinchieri, Stefano Malfatti, Alessandro Gotti, Enrico Toson, Federico Pampaloni, Andrea Valerio, Fabiola Peruzzo, Claudio Todesco, Francesco Bellin, Piergiorgio Forlin, Francesco Grasselli e il saluto del presidente Mario Martinelli, che ha illustrato l’associazione Jusport, “sport (nel) diritto”, nata 40 anni fa e che comprende calcio, ciclismo, rugby, podismo, tennis e altro ancora con risultati conseguiti in varie competizioni, che prevedono la partecipazione di pari Organismi di sportivi forensi e i togati delle varie discipline si identificano nelle rispettive sezioni di cui fanno parte e presente in più sedi territoriali (Jusport Bassano, Vicenza, Verona…) e ha ringraziato per questa splendida iniziativa e intensa partita al Palasport, anche con l’auspicio di altri futuri appuntamenti.
Basso ha quindi presentato con effervescente verve tutta la squadra, guidata dal coach friulano Gianluca “Larry” Abignente (definito… l’Antonio Conte delle Lupe per temperamento, impegno, bravura) sciorinando in poco tempo molti collegamenti, aneddoti, gioiosi ricami, particolari informazioni tecniche, curriculum agonistici, interventi volanti.
Iniziando dalla “veterana” classe 80 fuoriclasse veneziana Angela Gianolla, alla esemplare capitano Maria Luisa “Mary” Sbrissa (citando la “sportivissima” famiglia di Castelfranco Veneto, tra cui i due fratelli calciatori al Brescia e Vicenza, che ha sorpreso gli ospiti ed esperti di calcio), alle campionesse straniere con le due americane Jasmine Bailey e Megan Mahoney (ricordando il Sud Dakota da cui proviene con il celebre Monte Rusmore con le effigi dei presidenti USA…), la fortissima lituana Egle Sulciute (che ricorda la mitica russa Maria Stepanova), la top-scorer del match con 21 punti Jelena Ivezic (formidabile croata che illumina il Palasport come il connazionale Luka Modric del Real Madrid al “Bernabeu” e fa rivivere le “magie di San Siro” di “Zorro” Boban, oltrechè nata nella stessa città Slavonsky Brod dell’attaccante juventino Mario Mandzukic ), l’ala azzurra bergamasca Monica Filippi, quindi Valentina Fabbri top-pivot europeo (già tricolore ventenne con il Napoli Vomero), il play Monica Tonello, Martina Fassina (neo-azzurra classe 99), le azzurrine Jasmine Keys, Francesca Beraldo, Claudia Amabiglia (che si sdoppiano nei due team Fila A1 e Fanola A2), Elena Fietta del Fanola A2 con il coach Michele Tomei (oramai condotto alla matematica salvezza).
Applauditi il presidente Vittorio Giuriati (ricordando la passione ciclistica nelle “classiche del nord” con l’amico sponsor Giovanni Birollo, presente con la moglie e preziosa dirigente Germana Tellatin) e il main-sponsor Fila spa Beniamino Pettenon, con loro profondi interventi e il presidente Onorario Francesco Cordiano con dirigenti e collaboratori e Alberto Zonta che ha curato il foto-servizio.
Soddisfatti i due promotori avvocati Martelli e Conte per questa speciale “liaison” di valori etico-morali e propedeutici, con le atlete che hanno mostrato positivi riscontri e si sono piacevolmente divertite unitamente all’ottimo consenso espresso dal gruppo Jusport.
Una indubbia spinta per il mantenimento dell’eccellente 4° posto in classifica, tentando (dopo la sosta per la Finale di Coppa Italia) magari una… dura scalata al podio del campionato nel “derbyssimo” casalingo con la Reyer Venezia domenica 12 marzo (dopo la trasferta pavese a Broni del 5 marzo).