Mancano ancora diversi mesi alla nuova stagione, ma in casa Lupebasket fervono già i lavori in vista del dodicesimo campionato consecutivo in A1 femminile. Ed è con soddisfazione che la società è lieta di annunciare il primo volto nuovo dell’Alama San Martino di Lupari 2024/25.

Si tratta di Amari Robinson, 24enne atleta statunitense che andrà a far parte del reparto lunghe a disposizione del coach Giuseppe Piazza. Nata il 6 marzo 2000 a Douglasville, in Georgia, Amari è figlia d’arte. Il padre Keith Robinson ha disputato da protagonista il torneo NCAA col College di Notre Dame, giocando poi per diversi anni in Europa con una stagione anche in Italia, a Fabriano nel 1998/99. La madre Andrea Mangum è stata invece MVP del Big East Tournament nel 1990 con l’Università di Providence, che l’ha introdotta nella Hall of Fame dell’Ateneo nel 2003, e ha ritirato la sua maglia nel 2015.

Dopo gli anni al liceo, con bei numeri e numerosi riconoscimenti, Robinson – ala forte di 183 cm – intraprende la carriera collegiale nel 2019 con le Clemson Tigers, dove per tre anni sarà fra l’altro compagna di squadra di Delicia Washington, vista a San Martino nella stagione 2022/23. Titolare sin dal primo anno (ad oggi detiene il record dell’Università per numero di partite giocate e per quelle iniziate in quintetto base, oltre 150), chiude l’annata da Freshman con 10.7 punti e 6 rimbalzi a gara, conquistando anche la palma di Rookie dell’anno per Clemson.

Nelle stagioni successive i suoi numeri crescono, e lei diventa sempre più un punto di riferimento per la squadra. Nell’ultimo anno ha fatto registrare medie di 17.3 punti (career high di 37 contro Syracuse) e 6.6 rimbalzi, con il 53% dal campo (35% da tre) e il 79% ai liberi: proprio dalla lunetta detiene un altro primato per le Tigers, con ben 37 liberi segnati consecutivamente nella stagione 2022/23. Chiuderà la carriera collegiale come terza marcatrice di ogni tempo nella storia di Clemson (1.900 punti realizzati), terza rimbalzista (949), seconda per numero di liberi realizzati (436) e quinta per percentuale dalla lunetta (78%).

Quella in maglia Alama sarà la sua prima avventura al di fuori degli States, ed è reciproco l’entusiasmo nell’affrontarla assieme. Ad Amari rivolgiamo un caloroso benvenuto, in attesa di abbracciarla nei prossimi mesi a San Martino di Lupari.