Si guarda al futuro in casa Lupebasket, e la società è lieta di annunciare una nuova importante operazione in vista della stagione 2024/25. Si tratta dell’ingresso nella squadra degli allenatori di Francesco Basso, che assumerà anche il ruolo di Responsabile Tecnico del Settore Giovanile giallonero.

Classe 1990, playmaker negli anni da giocatore (ha vestito le maglie di Roncade, Pool Venezia, Cittadella, Istrana, Resana e Trevignano), sin da giovanissimo ha intrapreso anche la carriera da allenatore. Nelle ultime sette stagioni ha avuto un ruolo importante in una società prestigiosa come Treviso Basket, lavorando nel settore giovanile maschile e raggiungendo da capo allenatore un 4° posto alla Finale Nazionale U17 nel 2022. Per la Nutribullet ha collaborato anche in prima squadra, nella scorsa stagione, come Assistant Video Coordinator nello staff di Frank Vitucci.

Contemporaneamente, nelle ultime stagioni ha allenato nel mondo femminile: con le ragazze del Basket Istrana ha conquistato due promozioni (la seconda poche settimane fa) in tre anni, portando il team trevigiano dalla Promozione alla Serie B. E ora questa nuova avventura a San Martino di Lupari, che ha deciso di puntare forte su di lui.

«Prima di tutto, ci tengo a ribadire un ringraziamento a Enrico Valentini, che ha ricoperto il ruolo di responsabile negli ultimi dieci anni – spiega il presidente Vittorio GiuriatiSi è concluso un ciclo, e crediamo che Francesco sia la persona giusta da cui ripartire. Abbiamo avuto ottime referenze, sia dai formatori FIP che dal mondo del settore maschile e femminile. È un ragazzo giovane e bravo, pieno di entusiasmo, e lo accogliamo a braccia aperte, certi che saprà calarsi al meglio nel contesto della famiglia Lupebasket».

Un entusiasmo che si percepisce anche dalle sue prime parole ufficiali in giallonero: «Quando è arrivata la chiamata, inattesa, da parte del presidente Giuriati, la proposta mi è piaciuta da subito. Nelle società in cui lavoravo mi sentivo a casa, ma alla fine con felicità ed entusiasmo ho deciso di accettare questa nuova avventura. Sono molto contento di entrare in questa famiglia».

Le esperienze maturate fin qui sono state preziose: «Sono entrato nel mondo del femminile da pochi anni, ma ho iniziato subito da capo allenatore, e mi sono approcciato senza pregiudizi, come se di fronte avessi una delle squadre maschili a cui ero abituato. Penso sia stata un po’ la mia fortuna. Poi ogni anno si fa esperienza e si migliora, anche noi allenatori siamo sempre in evoluzione. Di questi anni a Treviso e Istrana mi porterò dentro soprattutto il lato umano: tante relazioni personali, amicizie, giocatori e giocatrici che ho visto migliorarsi e lavorare con entusiasmo»

Il nuovo responsabile tecnico giallonero entrerà a far parte anche dello staff della prima squadra, e lavorerà a stretto contatto non solo con coach Giuseppe Piazza, ma anche con tutti gli altri allenatori delle varie squadre: «Arrivo in un ambiente che è già rodato, che in questi anni è sempre stato ad alti livelli, e di questo oggettivamente va dato merito anche ad Enrico. Credo che sinergia sia la parola chiave in questo momento: la filosofia è quella di non ragionare per compartimenti stagni, ma di fare in modo che ogni atleta e allenatore si senta parte di una famiglia, a tutte le età e a tutti i livelli».

Il primo impegno ufficiale per lui sarà già fra pochi giorni, con il City Camp di Alta Specializzazione per atlete nate nel 2012, 2013 e 2014, che dal 10 al 28 giugno a Campretto lo vedrà parte dello staff insieme a Egle Sulciute e al Responsabile Tecnico del Minibasket Martina Mannu.