Repower Milano – Alama San Martino 63-96

SANGA MILANO:
Toffali (0/3, 0/1), Di Domenico ne, Guarneri (0/1), Beretta 15 (3/6, 3/5), Vintsilaiou 8 (0/1, 1/3), Penz 7 (2/3, 1/2), Turmel 11 (4/9, 0/2), Diallo Dieng 16 (6/7, 0/1), Bonomi (0/1 da tre), Tulonen 6 (3/5, 0/1), Madonna (0/3, 0/2), Finessi ne. All. Pinotti.
BASKET SAN MARTINO: D’Alie 11 (2/4, 1/2), Guarise 7 (1/2, 1/2), Conte 25 (3/4, 6/8), Turcinovic 5 (1/3, 1/6), Soule 19 (5/9, 2/2), Russo 10 (3/4, 1/2), Arado (0/1), Diakhoumpa 1, Vente 4 (2/3), Kostowicz 14 (7/9). All. Piazza.
ARBITRI: Pellicani di Ronchi dei Legionari (GO), Spessot di Gradisca d’Isonzo (GO) e Castellaneta di Bolzano.
PARZIALI: 20-39, 39-61, 52-72.
NOTE: Uscita per 5 falli: Guarneri (33′). Tiri da due: Milano 18/38, San Martino 24/39. Tiri da tre: Milano 5/18, San Martino 12/22. Tiri liberi: Milano 12/15, San Martino 12/22. Rimbalzi: Milano 32 (Diallo Dieng 16), San Martino 34 (Kostowicz 8). Assist: Milano 17 (Vintsilaiou 5), San Martino 23 (D’Alie 15).

L’Alama San Martino inaugura il girone di ritorno di A1 con una bella vittoria esterna, paragonabile nei numeri a quella che era stata, per la squadra di coach Piazza, l’ultima trasferta dell’andata. Come a Sassari infatti le Lupe sfiorano quota 100 punti, e si aggiudicano un match condotto fin dai primissimi istanti. Eccezionale il primo quarto giallonero, con la bellezza di 39 punti segnati che rappresentano un record per la società. Da lì in poi San Martino è stata brava a tenere il vantaggio, nonostante l’impegno di una Milano che non si è mai arresa.

1° QUARTO. L’avvio di gara è nel segno di Conte, autrice dei primi 5 punti gialloneri. Il primo timeout locale arriva dopo solo un minuto e mezzo, sul contropiede di Soule per il 2-7. Ma non basta a fermare l’emorragia, perché San Martino corre e tira bene, e al 4′ prova già a scappare via sul 2-16, a conclusione di un parziale di 14-0. Poi però il Sanga si mette in partita col contributo della panchina, firmando un 7-0 di risposta. San Martino resta comunque avanti con la terza tripla di Conte (11 punti nel primo quarto) e il 2+1 di Soule (12 per lei), per il 9-22 del 6′. Si gioca a ritmi altissimi e con ottime percentuali: le bombe di D’Alie e Russo portano il punteggio sul 17-32. Come detto, al 10′ saranno addirittura 39 i punti segnati per le Lupe, che con la bomba a fil di sirena di Soule conducono di 19 lunghezze.

2° QUARTO. Anche quando Milano si mette a zona continua a viaggiare ottimamente l’attacco delle giallonere, che trovano buone soluzioni e canestri anche dalla panchina: Vente e Guarise producono il 23-45. Poi Kostowicz fa scollinare oltre quota 50 quando sono passati appena 14′, ma non mollano comunque le padrone di casa, sospinte anche da un bel tifo, e ne nasce una frazione molto più equilibrata della precedente. Resta saldo in ogni caso il vantaggio ospite, anche perché Conte non si ferma: per lei a metà partita sarà 6/7 da tre per 20 punti. Turcinovic e Kostowicz firmano il 35-61, mentre D’Alie è già a quota 12 assist, e a metà gara San Martino è in pieno controllo sul +22.

3° QUARTO. A ripartire meglio dopo l’intervallo è invece Milano, decisa a dare tutto per provare a riaprire l’incontro. Portando l’inerzia dalla propria, la Repower risale fino al -15 (50-65) con la tripla di Penz. Ora le percentuali ospiti sono tornate su livelli più umani, e arriva qualche errore di troppo anche ai liberi, ma la difesa comunque tiene e il margine rimane solido. È Kostowicz a firmare il canestro che permette di sbloccarsi dal campo, e restituisce il +20 poco prima di chiudere il terzo quarto.

4° QUARTO. Ormai la gara ha preso definitivamente la strada di San Martino, che non si concede distrazioni nella quarta frazione, e anzi torna ad allungare portando il vantaggio oltre le 30 lunghezze. Chiuderanno col 62% da due (24/39) e il 55% da tre (12/22) le Lupe, con Conte che sfiora il suo massimo in A1 (25 punti), e D’Alie che per la terza volta in stagione – era accaduto anche all’andata, e nella già citata gara di Sassari – firma la bellezza di 15 assist. Nel finale una soddisfazione anche per la 2005 Daba Diakhoumpa, che dalla lunetta firma il suo primo punto nella massima serie.

LE ALTRE PARTITE. Battipaglia-Venezia 62-92, Sassari-Campobasso 58-61, Ragusa-Bologna 60-69, Sesto San Giovanni-Schio 75-70, Faenza-Brescia 70-86. Riposa: Roma.
Classifica: Venezia 26; Bologna, Schio e Campobasso 20; Sesto San Giovanni e San Martino 16; Ragusa 14; Sassari 12; Brescia 10; Roma* 8; Faenza 4; Milano 2; Battipaglia 0 (*una partita in meno).