Alama San Martino – Famila Wuber Schio 67-90
 
BASKET SAN MARTINO: D’Alie 9 (0/6, 3/8), Guarise 5 (1/2, 1/2), Tau (0/1 da tre), Conte 11 (1/5, 2/6), Turcinovic 18 (6/10, 2/7), Pilatone ne, Russo 8 (0/1, 2/3), Varaldi ne, Arado 9 (2/6, 1/2), Diakhoumpa 2 (1/1), Vente 5 (1/7, 1/2), Kostowicz ne. All. Piazza.
PALLACANESTRO SCHIO: Juhasz 8 (2/4), Bestagno 9 (1/5, 1/2), Sottana 13 (5/7, 1/4), Verona 16 (2/2, 4/6), Guirantes 12 (4/8, 1/4), Crippa 3 (1/3, 0/3), Parks 11 (3/3, 1/4), Keys 6 (3/3), Penna (0/2 da tre), Reisingerova 12 (5/6). All. Dikaioulakos.
ARBITRI: Maschio di Firenze, Caforio di Brindisi e Coraggio di Roma.
PARZIALI: 28-19, 35-41, 51-71.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo tecnico: Sottana (33′), Turcinovic (36′). Tiri da due: San Martino 12/38, Schio 26/41. Tiri da tre: San Martino 12/31, Schio 8/25. Tiri liberi: San Martino 7/9, Schio 14/15. Rimbalzi: San Martino 32 (D’Alie 8), Schio 45 (Guirantes 8). Assist: San Martino 16 (Conte 7), Schio 19 (Guirantes 6).
 
Si chiude in gara2 dei quarti di finale l’avventura playoff dell’Alama San Martino di Lupari. Troppo forte Schio, che come da pronostico passa anche al PalaLupe e chiude la serie sul 2-0. Fermarsi al risultato finale, per quanto netto e meritato, sarebbe però ingiusto nei confronti della squadra di coach Piazza, che è arrivata a questo epilogo di stagione senza le sue due americane, e dopo il raggiungimento dell’obiettivo salvezza poteva essere mentalmente già in vacanza. Non è stato così: le Lupe hanno venduto cara la pelle, guidando la partita nei primi 17′ giocati ad altissima intensità, e sostenute da un pubblico meraviglioso e sempre corretto, come del resto anche la folta rappresentanza di tifosi Orange presenti sugli spalti. Ma con una rotazione ridotta a sole sette giocatrici, era inevitabile che le energie venissero meno ed emergesse tutto il valore di un Famila che si è andato a prendere di forza la semifinale.
 
1° QUARTO. Che San Martino non abbia alcuna intenzione di rinunciare a provarci, è evidente fin dai primi possessi. Al vantaggio iniziale di Keys rispondono infatti Vente, Arado e Conte, con un fulmineo 8-0. Schio si mette in ritmo con l’ingresso di Sottana, e a metà frazione impatta a quota 12 con la bomba di Guirantes. Le Lupe però rispondo per le rime, continuando a pressare forte in difesa e scatenandosi da dietro l’arco: vanno a segno D’Alie, Russo due volte e poi Turcinovic, e sul finire del quarto è Arado a fissare il +9 sul 28-19. Un primo quarto stellare per la formazione di casa, che tira 6/10 da tre e conta già 7 rimbalzi offensivi e altrettanti recuperi.
 
2° QUARTO. La seconda frazione si apre con tre fischi arbitrali in poche azioni, che obbligano la difesa giallonera a registrare la propria intensità. Nel frattempo le rotazioni si accorciano ulteriormente per un colpo al naso che mette Russo fuori causa temporaneamente. Ciononostante, le padrone di casa continuano con coraggio ed orgoglio a fare corsa di testa, portandosi coi canestri di Guarise e Vente sul 35-29 al 15′. È qui che la partita cambia, perché dopo un quarto e mezzo giocati a quei ritmi, la spia della benzina è già accesa per le Lupe. Il Famila ne approfitta per riavvicinarsi e operare anche il sorpasso: ci sono 7 punti di Verona nel parziale di 12-0 che segna gli ultimi 5′ del primo tempo, e manda le squadre all’intervallo sul 35-41.
 
3° QUARTO. Un break che si allunga ulteriormente in avvio di ripresa, fino al 20-0 (35-49 al 22′), con coach Piazza che prova a giocarsi due timeout nei primi 2′ del quarto. Qualche effetto lo sortisce, perché l’Alama ha un sussulto e si sblocca con le triple di D’Alie e Arado. Ancora la playmaker giallonera tiene a galla le sue col canestro del 44-55 al 25′, ma nel frattempo Schio ha preso ritmo e ora gioca come sa: Sottana e Verona allungano, e poi è Bestagno a chiudere una frazione in cui le campionesse d’Italia realizzano ben 30 punti, accumulandone 20 di margine sul 51-71.
 
4° QUARTO. Iniziano a scorrere i titoli di coda sulla stagione delle Lupe, che però anche nell’ultimo quarto sono sostenute in maniera encomiabile dai tifosi, alcuni arrivati direttamente dalle Marche dopo il successo in mattinata dell’Under 15, capace di conquistare l’accesso alla Finale Nazionale. Schio allunga ancora, ma Turcinovic dà un’ultima scossa alle sue firmando 11 punti nei 5′ finali, e chiudendo il match sul 67-90. Bello e spontaneo a fine gara il doppio saluto dei due presidenti, Cestaro e Giuriati, che al microfono si complimentano con le due squadre e con il pubblico di entrambe le fazioni.
 
GLI ALTRI RISULTATI. Playoff: Sesto San Giovanni-Campobasso 62-65 (1-1), Ragusa-Bologna 59-81 (1-1). Lunedì: Roma-Venezia (0-1).
Play out: Brescia-Milano 86-77 (1-0), Faenza-Battipaglia 74-66 (1-0).