Fila San Martino – PF Broni  87-72
 
BASKET SAN MARTINO: Oroszova 26 (11/13, 0/2), Mahoney 13 (5/11, 0/1), Filippi 15 (3/4, 3/7), Tonello, Amabiglia 2 (1/1, 0/1), Fassina (0/1, 0/2), Bailey 25 (6/8, 3/3), Keys (0/1 da tre), Beraldo ne, Milani (0/2), Gianolla 6 (3/8), Baldi. All. Abignente.
PALLACANESTRO BRONI: Moroni 5 (1/4, 1/2), Pavia 9 (3/5, 0/2), Bonasia 5 (1/2, 1/4), Ravelli 7 (2/6, 1/4), Castello 2 (1/3), Baldan, Premasunac 15 (5/7, 0/2), Van Grinsven 29 (8/16), Fusari, Gatti ne. All. Sacchi.
ARBITRI: Pierantozzi di Ascoli Piceno, Del Monaco di Bologna e Forni di Cervia (RA).
PARZIALI: 21-21, 39-36, 62-51.
NOTE: Uscite per 5 falli: Keys (36′), Filippi (40′). Fallo tecnico: panchina Broni (32′), Mahoney (38′). Tiri da due: San Martino 29/48, Broni 21/43. Tiri da tre: San Martino 6/17, Broni 3/14. Tiri liberi: San Martino 11/15, Broni 21/23. Rimbalzi: San Martino 43 (Oroszova 15), Broni 24 (Premasunac 7). Assist: San Martino 26 (Gianolla 14), Broni 11 (Pavia 4).
 
Il Fila chiude il Round of Challenges con una bella vittoria su Broni, nella quale – nonostante diversi acciacchi – le ragazze di Abignente fanno registrare il record di punti stagionale, mettendone a referto ben 87. La vittoria però non basta per conservare la quinta posizione, perché il contemporaneo successo di Lucca a Napoli fa sì che tutte e tre le squadre chiudano quarte a quota 24, ma per la classifica avulsa le giallonere sono seste. Nei quarti playoff, al via giovedì 5 aprile, sarà dunque sfida con la Passalacqua Ragusa, proprio come nel 2017.
 
1° QUARTO. C’è il clima delle grandi occasioni al PalaLupe, e l’energia si sente anche in campo. L’avvio è dunque ricco di segnature, dopo 5′ il Fila ha mandato a segno tutto il quintetto ed è già a quota 15 punti, contro gli 11 delle ospiti. È con alcune efficaci penetrazioni di Bailey che le giallonere provano il primo allungo sul 19-13, ma Broni risponde sempre presente con un’ottima Van Grinsven da 10 punti nel primo quarto. Nel frattempo le Lupe devono rinunciare temporaneamente a Fassina, che a rimbalzo rimedia una storta alla caviglia ed è costretta a uscire, e sulla sirena il furto e contropiede di Premasunac fissa il primo parziale sul 21-21.
 
2° QUARTO. Bonasia trova anche il sorpasso con un bel canestro in reverse, ma dall’altra parte Oroszova è in serata, lo dimostra non solo in fase offensiva (dove farà registrare un career high da 26 punti) ma anche in difesa con due spettacolari stoppate. Intanto, con Tonello tenuta a riposo precauzionale per una botta alla mano – giocherà solo 3′ nella ripresa – Fassina prova a stringere i denti e a rientrare, ma è Keys che deve lasciare il campo quando gli arbitri le fischiano in sequenza il terzo e quarto fallo. Broni va allora al controsorpasso con la tripla di Ravelli (31-32 al 17′). Dall’altra parte sono ancora Bailey e Oroszova, ben innescate da Gianolla, a riportare avanti le padrone di casa, che pur costrette a fare a meno anche di Mahoney (debilitata da un momentaneo calo di pressione), vanno a chiudere la prima metà di gara in vantaggio 39-36.
 
3° QUARTO. Si riparte dal canestro con fallo di Filippi, e poi sono ancora Oroszova e Bailey a trascinare le giallonere, brave a portarsi sul 49-43 al 24′. Due bombe in sequenza della stessa Bailey e di Filippi valgono per la prima volta un vantaggio in doppia cifra sul 57-47 (27′), mentre un paio di buone difese consentono altrettanti recuperi. All’ultima pausa San Martino conduce 62-51, e sembra aver innestato la marcia giusta.
 
4° QUARTO. La conferma arriva nella quarta frazione, nella quale ancora una sontuosa Gianolla (autrice addirittura di 14 assist!) dirige un attacco che trova in Oroszova e Bailey due terminali offensivi di rara efficacia. La slovacca chiuderà con 11/15 dal campo e 15 rimbalzi, l’americana con 25 punti, 10 rimbalzi e 6 assist, per una valutazione di 38 e 39 rispettivamente. Non basta Van Grinsven alle ospiti, il Fila scappa via e va a chiudere sull’87-72.
 
GLI ALTRI RISULTATI. Torino-Vigarano 62-53, Battipaglia-Venezia 69-80, Napoli-Lucca 66-74, Schio-Ragusa 78-68.
La classifica: Schio 40; Venezia 34; Ragusa 26; Napoli, Lucca e San Martino 24; Torino 18; Broni 16; Vigarano 12; Battipaglia 2.