Use Scotti Empoli – Fila San Martino  61-52
 
USE BASKET EMPOLI:
Rosellini 3 (0/1, 1/2), Calamai 2 (1/3), Ruffini ne, Madonna 4 (1/1, 0/4), Chiabotto (0/1), Pochobradska 13 (5/7, 1/2), Lucchesini (0/2 da tre), Manetti ne, Narviciute 4 (2/5, 0/2), Brunelli 8 (1/7, 2/4), Huland El 14 (4/9, 1/1), Mathias 13 (5/12). All. Cioni.
BASKET SAN MARTINO: Webb 5 (0/3, 1/9), Fietta 5 (1/4, 1/3), Tonello 6 (0/1, 2/4), Beraldo ne, Keys 3 (1/5, 0/1), Melnika 8 (4/5), Milani ne, Marshall 16 (4/7, 2/7), Tognalini 2 (0/3, 0/1), Sandri 7 (2/4, 1/3). All. Abignente.
ARBITRI: Foti di Vittuone (MI), Morassutti di Sassari e De Biase di Udine.
PARZIALI: 24-16, 35-30, 44-46.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Rosellini (26′). Tiri da due: Empoli 19/46, San Martino 12/32. Tiri da tre: Empoli 5/17, San Martino 7/28. Tiri liberi: Empoli 8/9, San Martino 7/8. Rimbalzi: Empoli 39 (Mathias 9), San Martino 36 (Melnika e Tognalini 6). Assist: Empoli 18 (Brunelli 7), San Martino 13 (Marshall 4).
 
È un passo falso che brucia, quello commesso dal Fila sul parquet di Empoli. Una settimana dopo l’impresa in overtime con Lucca, stavolta le Lupe cadono contro l’ultima della classe, al termine di una partita quasi sempre a inseguire. Non è bastato il rientro di Melnika, di nuovo in campo dopo un mese e mezzo, e così le giallonere tornano a casa solo coi rimpianti.
 
1° QUARTO. Partono subito a mille le padrone di casa, che al canestro iniziale di Keys rispondono con un 10-0 griffato dalle triple di Huland El e Brunelli. Il timeout serve a sbloccare le Lupe, a bersaglio proprio da fuori con Sandri. Nel frattempo si rivede già sul parquet Melnika, a segno poco dopo col suo primo canestro. Ma è in difesa che le ospiti devono girare qualche vite, perché al 7′ con Mathias e Brunelli le toscane (autrici di un ottimo 4/5 da tre nel primo quarto) sono già sul 24-12. Poi finalmente si alza un po’ l’intensità, ma si va al primo riposo sul 24-16.
 
2° QUARTO. Dopo una prima frazione ricca di segnature, il secondo quarto vede invece gli attacchi faticare, e così dopo 5′ il parziale è appena di 2-0 per Empoli. A scuotere le Lupe è la tripla di Webb, e poi Tonello la imita col canestro del 30-24 (17′). Permangono le amnesie difensive (sono 7 i rimbalzi concessi in attacco nel primo tempo alle avversarie), ma Marshall firma comunque per due volte il -5 prima dell’intervallo, al quale si arriva sul 35-30.
 
3° QUARTO. Al rientro Sandri trova il -3, ma dall’altra parte Rosellini firma da distanza siderale un 40-32 che fa malissimo. Coach Abignente è costretto a chiamare due timeout in pochi minuti, e finalmente le Lupe provano a sciogliersi: Fietta e Marshall propiziano l’8-0 che vale il pareggio, e poco dopo una nuova tripla della stessa Marshall permette di ritrovare il vantaggio sul 42-43 (28′). A presentarsi avanti all’ultima pausa è proprio San Martino, grazie al buzzer beater di Melnika per il 44-46.
 
4° QUARTO. Poi però l’attacco del Fila si blocca di nuovo, tanto che nel quarto periodo arriveranno solo 6 punti. Così Pochobradska restituisce il vantaggio alle sue, e con Huland El, Mathias e Brunelli le empolesi tornano sul +8 (56-48) quando mancano meno di 4′. Marshall non vuole mollare e riporta le sue a -4, ma non è serata per le giallonere, che in attacco continuano a commettere troppi errori, come testimoniato dalle 19 palle perse. Il contropiede di Huland El del 61-52 è quello che manda i titoli di coda, le Lupe si devono arrendere a una sconfitta che fa male.
 
GLI ALTRI RISULTATI. Battipaglia-Napoli 56-67, Broni-Lucca 73-71, Ragusa-Schio 80-74, Torino-Venezia 60-91, Vigarano-Geas 93-74.
La classifica: Venezia 26; Schio 22; Ragusa 20; Napoli e Broni 18; San Martino e Lucca 14; Vigarano 12; Geas 10; Battipaglia 6; Torino ed Empoli 4.