VelcoFin Vicenza – Fanola San Martino 83-32
 
AS VICENZA: Diodati 7, Pegoraro 8, Madonna 11, Caldaro 11, Stoppa 2, Jakovina 18, Nicolodi 3, Ferri 4, Zanetti ne, Cappozzo, Pieropan 19. All. Corno.
LUPE SAN MARTINO: Beraldo, Fietta ne, Busnardo ne, Amabiglia, Boaretto 11, Martini 4, Brutto 4, Crocetta 6, Profaiser 2, Pettenon 1, Milani 4, Vettore. All. Tomei.
ARBITRI: Bernardo di San Nicola La Strada (CE) e Belprato di Cercola (NA).
PARZIALI: 23-10, 46-13, 66-21.
NOTE: Uscita per 5 falli: Beraldo (30′). Tiri liberi: Vicenza 17/28, San Martino 5/8.
 
Il Fanola torna con un passivo pesante dalla trasferta sul campo della capolista Vicenza. La partita, che già sarebbe stata complicatissima ad armi pari, è diventata un ostacolo insormontabile quando le giallonere si sono ritrovate nella condizione di fare a meno delle indisponibili Keys (impegnata con la A1) e Scappin e delle infortunate Fietta, Morpurgo e Busnardo.
 
Alle prese con questa emergenza, il Fanola ha dovuto alzare bandiera bianca al cospetto di una squadra che fra le mura amiche quest’anno non ha ancora mai perso. Troppa la differenza fisica in favore della VelcoFin, che ha letteralmente dominato sotto i tabelloni (61 a 26 il conto totale dei rimbalzi) e chiuso i conti già nella seconda frazione. Da segnalare comunque tra le giallonere gli 11 punti della 17enne Martina Boaretto, che finora in A2 aveva collezionato una sola presenza.
 
Sabato prossimo le Lupe andranno a caccia del riscatto nell’ostica sfida casalinga con Udine.