Essegi San Martino – Ginnastica Triestina 61-69

LUPE SAN MARTINO:
Pilatone 10, Squizzato 4, Tau 9, Malin 3, Varaldi 2, Cossavella, Reschiglian 14, Fajardo 1, Ferraro 11, Diakhoumpa 7. All. Turi.
GINNASTICA TRIESTINA: Ciotola 4, Castelletto 17, Bossi 2, Zanelli 4, Cigliani 23, Mervich 11, Grassi 1, Fumis 5, Nardella 2, Prodan. All. Jogan.
ARBITRI: Bonato di San Biagio di Callalta (TV) e Forner di San Zenone degli Ezzelini (TV).
PARZIALI: 16-16, 32-28, 45-49.

Stop interno per la Essegi, al ritorno in campo dopo due weekend di sosta. Prive di Arado e delle sorelle Meggiolaro, le giallonere cadono contro una Ginnastica Triestina in gran serata al tiro, cedendo nel finale dopo 40′ molto combattuti.

L’avvio di gara è equilibrato, con un botta e risposta e nessun vantaggio superiore al singolo possesso per tutto il primo quarto. Castelletto, autrice di 7 dei primi 10 punti ospiti, risponde a Diakhoumpa, e poi la tripla di Pilatone è rintuzzata da quella di Mervich. Alla prima pausa l’equilibrio regna sovrano sul 16-16.

San Martino prova ad alzare l’intensità in avvio di secondo quarto, realizzando con Squizzato, Ferraro e Reschiglian un minibreak di 8-0 che vale un primo strappo sul 24-16. Ci mette 5′ la formazione ospite a sbloccarsi, e la seconda parte di frazione è più equilibrata. Nel finale è la tripla di Cigliani a riavvicinare la Ginnastica, e dopo aver sfiorato il +10 il vantaggio giallonero è ridotto a sole 4 lunghezze all’intervallo lungo: 32-28.

E il terzo quarto si apre proprio con due tiri pesanti per le ospiti, a segno con Cigliani e Mervich per il sorpasso. È caldissima la mano delle giuliane, brave a trovare poco dopo anche il +5. Saranno 5 triple nel terzo quarto (10 in totale) per le biancoblù, con la solita Cigliani a rispondere prima al canestro del temporaneo -1 (40-41) di Ferraro, e poi addirittura con un gioco da 4 punti alla bomba di Pilatone.

San Martino però è sempre lì, e in apertura di quarto periodo è ancora a -2 con Squizzato. Tau fa anche 51-52 al 34′, e poi la bomba di Ferraro vale l’agognato pareggio a quota 54, quando si entra negli ultimi 5′. Il problema è che la Essegi è già in bonus, e dalla lunetta le ragazze di Jogan sono precise. Si entra negli ultimi 3′ sul 56-62, e qui è l’ennesima tripla di Cigliani (23 punti per lei) a far scorrere i titoli di coda.