O.G.G.I. Gelato Cussignacco – Essegi San Martino 54-50

LIBERTAS CUSSIGNACCO:
Muneretto 1, Toniutti 12, Romanin 2, Mudu, Nazzi 3, Braida 14, Demarchi 6, Lizzi 2, Pontoni 2, Zoffi 2, Zussino 5, Esposito 5. All. Tomat.
LUPE SAN MARTINO: Pilatone 3, E. Meggiolaro 17, Squizzato, Tau 4, Malin 8, Varaldi, Ferraro 3, V. Meggiolaro 2, Diakhoumpa 2, Arado 11. All. Turi.
PARZIALI: 10-9, 22-21, 37-30.

Va a un passo dalla seconda vittoria consecutiva la Essegi San Martino, che nel 5° turno di Serie B cade in volata sul campo di Cussignacco al termine di una gara molto equilibrata, come testimoniano i 13 cambi di vantaggio registrati nel corso dei 40′.

Partita intensa e combattuta fin dall’avvio, con le squadre che giocano a rincorrersi. Con le difese a prevalere sugli attacchi, il primo quarto scorre via con un punteggio abbastanza basso, e mai nessun vantaggio superiore al singolo possesso. A presentarsi avanti alla prima pausa, grazie al canestro di Toniutti, sono le padrone di casa: 10-9.

Nel secondo periodo le giallonere continuano col buon lavoro in difesa, e nel frattempo provano a prendere confidenza in attacco: un paio di canestri di Malin e l’appoggio di Arado valgono il primo mini allungo del match, sull’11-17 (15′). Poi però Cussignacco rientra, approfittando anche delle troppe palle perse in casa giallonera. È Zoffi in chiusura, ancora una volta, a permettere alla Libertas di andare negli spogliatoi con un vantaggio minimo, sul 22-21.

San Martino prova ancora a mettere il naso avanti sul 24-25, ma nella seconda parte del terzo quarto accusa un passaggio a vuoto che vale un parziale di 10-0 alle avversarie, brave a toccare il massimo vantaggio sul +9. È la tripla di Emma Meggiolaro a sbloccare le Lupe, che però al 30′ hanno ancora 7 lunghezze da recuperare: 37-30.

La quarta frazione si apre invece con la reazione veemente delle giallonere, autrici di tre bombe in un paio di minuti: autrici Ferraro e ancora Meggiolaro per due volte. Il punteggio torna dunque in equilibrio (39-39), e poi sono due canestri consecutivi di Arado a valere il controsorpasso sul 41-43 del 35′. Intanto Meggiolaro (17 punti per la 15enne play giallonera) risponde a Demarchi, ma con la tripla di Braida allo scadere dei 24″ si entra negli ultimi 2′ sul 48-45. Dall’altra parte pareggia Pilatone, ma Braida replica ancora (51-48 a 1′ dalla sirena). È un canestro che fa male, perché dall’altra parte un contatto non sanzionato su Arado fa scorrere i titoli di coda, e a chiuderla è Esposito dalla lunetta.

Per il prossimo impegno le ragazze di coach Turi torneranno a giocare in casa, contro la Pallacanestro Bolzano: l’appuntamento al PalaLupe è eccezionalmente per domenica alle 19.00.