Acciaierie Valbruna Bolzano – Essegi San Martino 70-60

PALLACANESTRO BOLZANO:
Karali 19, Chrysanthidou 10, Mingardo 5, Cela 6, Weissteiner ne, Kabba ne, Desaler, Fall 13, Schwienbacher 11, Villarini 6. All. Viale.
LUPE SAN MARTINO: Pilatone 8, Squizzato, Malin 5, Varaldi 12, Cossavella 2, Reschiglian 14, Ferraro 2, V. Meggiolaro 6, Diakhoumpa 11. All. Turi.
ARBITRI: Frigato di Bolzano e Piotti di Trento.
PARZIALI: 19-16, 32-29, 54-44.

Non riesce l’impresa alla Essegi nel 21° turno di Serie B: sul parquet della Acciaierie Valbruna Bolzano, terza in classifica, le ragazze di coach Turi devono arrendersi dopo una lunga battaglia. Una bella prova però per le Lupe, brave a sopperire ad assenze e sfortuna, e a rimanere in partita fino all’ultimo.

Costrette a fare a meno di Arado sotto canestro, e con la play Emma Meggiolaro ancora fuori, in cabina di regia le Lupe devono anche fare i conti con l’infortunio alla mano di Squizzato, out dopo appena due minuti. Arriva presto allora l’esordio di Gaia Reschiglian, esterna classe 2005 arrivata negli ultimi giorni da Vicenza.
Partono forte le padrone di casa, subito ispirate da fuori e avanti 12-3 dopo 5′. Poi il 2+1 di Varaldi sblocca l’attacco giallonero, ed è proprio il capitano a scatenarsi: per lei saranno 10 punti nella sola prima frazione, una serie di canestri che consentono alle Lupe di tornare anche a -1. Nel finale è Chrysanthidou a realizzare il 19-16 della prima pausa.

In avvio di secondo quarto, con la tripla di Malin e il canestro di Cossavella, San Martino riacciuffa il pareggio sul 21-21. Poco dopo Diakhoumpa firmerà anche il sorpasso, con la difesa che ora è più intensa e concede poco alle avversarie. La tripla di Pilatone vale poi il 25-29, anche se è seguita subito dal terzo fallo della stessa giocatrice. Nel finale di quarto le padrone di casa si rianimano, e proprio sul filo di lana trovano il controsorpasso: si torna negli spogliatoi sul 32-29.

Nel terzo quarto le giallonere restano ancora a contatto fino al 34-33 firmato da Reschiglian al 23′, ma a quel punto arriva un break importante per Bolzano, ispirato in particolare da Fall: ci sono 7 suoi punti nel 12-0 chiuso dalla tripla di Karali, che lancia le padrone di casa sul +13 (46-33 al 26′). San Martino ha un po’ il fiato corto, comprensibilmente viste le tante assenze, ma prova a crederci ancora e a restare in linea di galleggiamento.

In avvio di quarto periodo Pilatone firma la tripla del nuovo -7 (54-47), e tiene vive le speranze. Dall’altra parte Karali continua a fare pentole e coperchi, ma con Reschiglian (per lei ottimo esordio da 14 punti) e Ferraro le giallonere sono ancora a due possessi di distanza (65-60) entrando nell’ultimo minuto: qui la tripla del possibile -2 della stessa Reschiglian è sputata dal ferro. Col tempo ormai agli sgoccioli, bisogna dunque alzare bandiera bianca: è la bomba di Fall dall’altra parte a far scorrere i titoli di coda.

Per le giallonere sabato prossimo ci sarà un importante scontro diretto casalingo con Casarsa: appuntamento alle 20.30 al PalaLupe, ingresso libero.