Alama San Martino – Alperia Basket Club Bolzano 81-50

BASKET SAN MARTINO:
D’Alie 12, Guarise 7, Conte 9, Turcinovic 23, Tau, Malin, Russo, Pilatone, Kostowicz 17, Diakhoumpa 1, Vente 10, Arado 2. All. Piazza.
BASKET CLUB BOLZANO: Missanelli 18, Fraccaro, Kotnis 8, Cassini, Egwoh 6, Grassia 1, Schwienbacher 9, Gualtieri 2, Vella 6, Cela, Mazzucco. All. Sacchi.
PARZIALI: 21-20, 27-9, 18-8, 15-11.

Si apre con un successo il precampionato dell’Alama San Martino, che al debutto stagionale si impone con un complessivo 81-50 sul Basket Club Bolzano, al termine di un’amichevole in cui il punteggio è stato azzerato al termine di ogni quarto.

In un PalaLupe già caldo, la squadra di coach Giuseppe Piazza si è aggiudicata ognuno dei quattro parziali. Molto equilibrato in realtà il primo, aperto bene dalle Lupe con una Turcinovic già in palla: la giocatrice francese – autrice del primo canestro della stagione giallonera – firma 13 punti nella prima frazione, e chiuderà da top scorer a quota 23. Non ci sta però Bolzano a fare da sparring partner, e quando si sblocca la formazione di Roberto Sacchi (che sarà tra le protagoniste del prossimo campionato di A2) riesce anche a mettere il naso avanti con un’ispirata Missanelli (18), poco prima che il periodo si chiuda sul 21-20 per la squadra di casa.

Poi le Lupe si sciolgono, e nel secondo come nel terzo periodo fanno da subito corsa di testa, attaccando bene la zona avversaria e trovando un prezioso apporto da tutte, anche dalla panchina. Saranno quattro le giocatrici in doppia cifra, con Kostowicz autrice di una doppia doppia da 17 punti e 10 rimbalzi. Nell’ultimo quarto sale un po’ di stanchezza e scende la lucidità, ma ci mettono il massimo impegno anche le più giovani, e il parziale si chiude sul 15-11, per un complessivo 81-50.

«Come sempre accade alla prima uscita, ci sono state cose buone e altre meno buone – il commento a fine gara di coach Giuseppe Piazza – Mi aspettavo qualcosa di meglio a livello di solidità difensiva, avendoci lavorato tanto, ma per la verità anche qualcosa di meno in attacco, dove invece siamo state abbastanza lineari e lucide, anche contro la zona che non ci aspettavamo per così tanti minuti. Davanti abbiamo settimane per crescere, e queste gare sono utili proprio perché ci permettono di lavorare sui nostri errori. Però l’atteggiamento è stato buono da parte di tutte le ragazze, per tutta la partita».

Nel prossimo weekend la formazione giallonera sarà impegnata al Torneo del Cinquantenario a Schio, quadrangolare che oltre alle campionesse d’Italia padrone di casa vedrà in campo anche Brescia e Tarbes. L’Alama giocherà la semifinale proprio contro le francesi, sabato alle 18, poi la domenica finali alle 16.15 e alle 18.30.