Essegi San Martino – Cestistica Spezzina 56-70

LUPE SAN MARTINO:
Pilatone 12, Meggiolaro, Squizzato 1, Cecchetto, Tau 13, Malin 6, Varaldi 4, Cossavella, Reschiglian 10, Cappochin, Ferraro, Diakhoumpa 10. All. Valentini.
CESTISTICA SPEZZINA: Castelli 3, Cappellotto 8, Baldassarre 18, Murgese, Candelori 9, Guzzoni 17, Guerrieri 13, Ratti 2, Varone, Maddau. All. Corsolini.
ARBITRI: Mihalich di Venezia e Schiavinato di Paese (TV).
PARZIALI: 22-16, 34-35, 42-56.

La Cestistica Spezzina si aggiudica il primo atto della doppia sfida Under 19, valida per il primo turno di spareggio nella corsa alla Finale Nazionale. Lunedì sera a San Martino di Lupari la formazione di coach Corsolini, vincitrice del girone ligure e ancora imbattuta in questa stagione, si è imposta con un 56-70 che rappresenta un bottino importante in vista della gara di ritorno, in programma a La Spezia già mercoledì sera alle 20.

Partono bene in realtà le Lupe, che in un primo quarto combattuto riescono a prendere qualche punto di margine coi canestri di Pilatone e Tau, trovando anche il +8. Ma la formazione ospite è sempre lì e rientra con un buon gioco sotto canestro, impattando a quota 22 in avvio di secondo periodo. L’attacco giallonero fatica a sbloccarsi, e con la tripla di Guerrieri arriva anche il sorpasso sul 24-27. È Reschiglian a smuovere il punteggio per le padrone di casa, che poi con Malin rimettono il naso avanti. Ma il bonus raggiunto presto consente diversi viaggi in lunetta alle avversarie, brave a presentarsi in vantaggio di una lunghezza all’intervallo lungo: 34-35.

Il terzo quarto è quello che imprime la svolta decisiva al match. La formazione ligure, nella quale militano molte giocatrici che giocano stabilmente anche in A2, è sempre presente sulle linee di passaggio, recupera tanti palloni e in attacco riesce a guadagnarsi buone conclusioni. Coi canestri di Baldassarre, Guzzoni e Guerrieri arriva così l’allungo: la terza frazione si chiude con un parziale di 8-21.
Nell’ultimo quarto le Lupe provano a rientrare, anche perché è una sfida lunga 80′ e ogni punto può essere prezioso. Ma le ospiti sono brave a conservare il vantaggio, e alla sirena finale il 56-70 vale loro un solido +14. Un margine che le Lupe dovranno provare a recuperare mercoledì sera in trasferta, in un match nel quale servirà l’impresa.